David Ospina ha ottenuto un permesso per ragioni familiari e per un periodo non sarà presente al Centro Tecnico.

Recita così il comunicato ufficiale del Napoli che annuncia la partenza per la Colombia di David Ospina. Quando tornerà? A tre giornate dal termine del campionato, non è chiaro quanto tempo dovrà restare a Medellin. Quali sono i motivi familiari? Lo rivela la radio del sito caracol.com: il rientro d'urgenza del portiere è dovuto all'aggravarsi delle condizioni di salute del padre, Hernan. In un post su Instagram la sorella dell'estremo difensore dei partenopei rivolge preghiere accorate perché il papà superi la crisi. Alla luce di tutto ciò, il calciatore ha chiesto e ottenuto una licenza a tempo indeterminato così da poter essere accanto alla famiglia in questo momento molto delicato.

La situazione contrattuale di David Ospina

Ospina, 30 anni, è arrivato nell'estate scorsa a Napoli dall'Arsenal con la formula del prestito con diritto di riscatto che diventa obbligatorio al verificarsi di una determinata condizione: ovvero, accumulare 26 presenze ma restando in campo per almeno un tempo. Una clausola che impone al club il pagamento di 4 milioni di euro per rilevare in toto il cartellino del giocatore dai Gunners.

Quante sono le presenze dell'estremo difensore sudamericano? Finora 25 – di cui 17 in campionato e 6 in Champions League – ma in un'occasione è stato in campo per meno di un tempo, particolare che sposta il limite di altre due presenze ancora. Se il riscatto non diventa obbligatorio in base alle condizioni previste cosa succede? Ospina torna all'Arsenal, con il quale ha un contratto fino al 2020, poi spetterà al Napoli contrattare il prezzo del cartellino con i londinesi – valore di mercato attuale, sui 4 milioni di euro -. Carlo Ancelotti ha già dato parere favorevole alla sua permanenza, considerandolo [anche] una sorta di chioccia per Meret oltre che un elemento affidabile per esperienza internazionale.