Ogni cosa a suo tempo, dice un vecchio adagio, chissà se lo conosce David Martin, portiere inglese che a 33 anni ha fatto il suo esordio in Premier League difendendo i pali del West Ham che grazie anche alle sue parate è riuscito a vincere 1-0 in casa del Chelsea. La sua storia è diventata quella del weekend. Nel sabato del calcio inglese le sue lacrime, i suoi abbracci con i compagni e con il papà hanno oscurato la doppietta di van Dijk, la tredicesima vittoria del Liverpool (in quattordici partite) e il terzo successo (su tre) di Mourinho.

Le lacrime di David Martin

Contro il Chelsea gli Hammers in porta hanno schierato David Martin, fuori Fabianski e Roberto (titolare e riserva). Per questo ragazzo di 33 anni dev’essere stata un’emozione unica perché mai prima di ieri aveva giocato una partita in Premier League. Quell’esordio di per sé era già speciale, il palcoscenico di Stamford Bridge lo ha reso ancora più magico. Martin in campo contro una squadra lanciatissima, a differenza del West Ham che è stato colpito e affondato nelle ultime settimane passando dalla zona Champions a quella salvezza. Un gol di Cresswell ha deciso la partita in favore del West Ham, che ha conquistato i tre punti grazie alle parate di Martin. Il portiere al termine dell’incontro si è commosso, si è tuffato sul campo di gioco ed è scoppiato a piangere, i compagni lo hanno abbracciato e festeggiato come meritava. Poi è andato dal papà, una leggenda del West Ham, e assieme hanno celebrato questo magnifico esordio.

L’abbraccio dei compagni a David Martin.
in foto: L’abbraccio dei compagni a David Martin.

Chi è David Martin, portiere del West Ham

Figlio d’arte, il papà Alvin è stato una bandiera degli Hammers, era un difensore, ci ha giocato per quasi vent’anni e ha disputato con i londinesi quasi 500 partite, David ha deciso di intraprendere la carriera di portiere, ha iniziato con il Tottenham poi un breve transito al West Ham prima di firmare a 19 anni con il Liverpool. Cinque stagioni da Reds, da terzo portiere: zero presenze, mai utilizzato nemmeno in coppa, e spesso a metà stagione è stato mandato in prestito (vestì le maglie di cinque squadre, giocando tanto solo a Leicester). Nel 2010 il portiere firma per il Milton Keynes, disputa sette stagioni, quasi tutte in terza serie, un anno al Milwall prima di tornare a casa, al West Ham. A Stamford Bridge è arrivato l’esordio in Premier. Dopo un lungo peregrinare Martin ha raggiunto un grande traguardo.