Il titolo nobiliare sembra aver dato la carica giusta a Nicklas Bendtner, che dopo aver segnato all’Inter la scorsa settimana nella gara di ritorno degli ottavi di Europa League questa sera ha realizzato addirittura una tripletta nell’amichevole tra Danimarca e Stati Uniti. L’ex attaccante di Juventus e Arsenal che troppo spesso è balzato agli onori delle cronache per via di episodi extra-calcistici conferma però di essere un grande bomber con la propria nazionale. Basta pensare che con la squadra guidata da Morten Olsen ha segnato 29 gol in 58 partite, praticamente un gol ogni due partite. Se allarghiamo l’orizzonte troviamo grandissimi attaccanti che non sono riusciti a segnare così tanto con le rispettive nazionali, si pensi a Cavani o Aguero.

Danimarca-USA – La squadra di Klinsmann inizia bene l’incontro è trova il vantaggio con Jozy Altidore. Il pareggio dei danesi è immediato. Bendtner prende in modo intelligente posizione al centro dell’area, sfrutta un buon cross e pareggia. La squadra a stelle e strisce torna avanti nella ripresa con Johansson, attaccante di origini islandesi. Bendtner con un colpo di testa trova il pari e nei minuti di recupero con un bellissimo tiro al volo supera il portiere italo-americano Nick Rimando. La Danimarca vince, Bendtner fa festa e inizia a puntare due glorie del calcio danese, ma anche europeo: Michael Laudrup e l’ex veronese Elkjaer. Domenica sera a Parigi contro la Francia Bendtner proverà a migliorare il suo primato.

Lord Bendtner – Recentemente l’attaccante del Wolfsburg è diventato un nobile. Una rivista danese “SE og HOR” ha acquistato per l’attaccante, che desiderava il titolo, un terreno a Glencoe Wood in Scozia, parte di una riserva naturale che al proprietario dà anche il diritto anche di fregiarsi del titolo nobiliare di ‘Lord’.