Era il 5 febbraio dello scorso anno. La classifica recitava Napoli primo e Juventus seconda a un punto, e un Milan rimaneggiato, demotivato e ottavo in classifica andava in scena a Udine. Dopo meno di dieci minuti il vantaggio dei rossoneri, con un tiro incredibile dalla distanza di Suso. Poi, nel secondo tempo, la sciagura. Cross di Lasagna, deviazione di Bonucci, con Donnarumma che prova goffamente a deviarla, facendosela rimbalzare addosso per il più classico degli autogol.

Dopo poco più di un anno, un Donnarumma ancora nell'occhio del ciclone ritrova proprio l'Udinese per cercare il riscatto dopo la papera di Genova costata i 3 punti al Milan. Ma la partita non è andata come "Gigio" avrebbe voluto: dopo undici minuti è stato costretto ad uscire per un infortunio improvviso. In seguito a un'uscita, ha sentito il muscolo della gamba tirare e si è accasciato. In giornata sono attesi gli esami medici per capire l'entità della lesione e gli eventuali tempi di recupero.

  • In questo anno e rotti, dall'Udinese all'Udinese, il portierone rossonero ha alternato grandi prestazioni ad errori grossolani, che spesso il Milan ha pagato con sconfitte in gare importanti.

La sventurata finale di Coppa Italia

Stadio Olimpico di Roma, si affrontano Juventus e Milan per la finale di Coppa Italia. I bianconeri hanno vinto gli ultimi tre titoli consecutivi e puntano al poker, mentre per gli uomini di Gattuso si tratta di una rivincita della finale di due anni prima, vinta ai supplementari dai ragazzi di Allegri. La finale finisce 4-0 per la Juve, e Donnarumma ha grandi colpe su 2 dei 4 gol.

  • Sul risultato di 1-0, Douglas Costa lascia partire un sinistro dai 20 metri. Tiro insidioso, certo, ma centrale e di sicuro non irresistibile. Le mani di Donnarumma non riescono a tenere il pallone, che scivola in rete indirizzando la finale, ormai sul 2-0.
  • Tre minuti dopo, la scena si ripete. Calcio d'angolo di Pjanic, stacco in caduta di Mandžukić, che debolmente indirizza verso la porta. Donnarumma non trattiene, e consegna il pallone sui piedi di Benatia, che da un metro ringrazia per il 3-0. Risultato compromesso e coppa alla Juventus.

La papera in extremis nel derby di Milano

Purtroppo per Gigio, i suoi errori succedono spesso in partite importanti. A Ottobre è la volta del derby di Milano. Gara tirata fino all'ultimo, come ogni derby che si rispetti. Minuto 92, su cross dalla trequarti di Vecino Donnarumma sbaglia il tempo dell'uscita, lasciando la porta libera sul colpo di testa di Icardi che decide il match.

L'assist a Defrel nella trasferta di Genova

L'ultimo in ordine di tempo è lo scivolone di Genova contro la Sampdoria. Un disimpegno fatto con sufficienza su retropassaggio di Romagnoli, a 33 secondi dal fischio d'inizio, che consegna il pallone nei piedi di Defrel per l'1-0 Sampdoria.