"Sono lontano dal calcio da 5 mesi e ora ho voglia di tornare". José Mourinho è stato chiaro: ai prossimi nastri di partenza ci sarà anche lui. Dove, ancora non si sa, anche se le ultime indiscrezioni rilanciate dai tabloid britannici parlano di un possibile ritorno del tecnico portoghese nella Premier League. Secondo il "Mirror", l'ex allenatore dello United potrebbe infatti prendere il posto di Rafa Benitez sulla panchina del Newcastle.

Per José Mourinho l'occasione "Magpies" nasce dal progetto ambizioso di Khalid bin Zayed Al Nahyan: il facoltoso sceicco arabo, che da giorni sta lavorando per acquistare il Newcastle, dall'attuale numero uno del club Mike Ashley. Membro della famiglia reale di Abu Dhabi e cugino del proprietario del Manchester City Mansour bin Zayed Al Nahyan, Khalid aveva già cercato di rilevare il Liverpool (mettendo sul piatto oltre 2 miliardi di euro), e ora ci riprova con il Newcastle.

Mourinho strizza l'occhio ai "Magpies"

Come confermato dunque dalle voci arrivate dall'Inghilterra, Mourinho sarebbe il primo colpo della nuova proprietà araba: il biglietto da visita per infiammare i tifosi del Newcastle. Nonostante le smentite dell'attuale patron, la trattativa per la cessione delle quote di maggioranza sarebbe invece a buon punto e con lei anche la possibilità di un clamoroso ritorno del portoghese su un panchina della Premier League.

L'idea di traslocare a Newcastle, Mourinho l'accetterebbe di buon grado. Alle parole dedicate ai giocatori di Benitez nel febbraio 2018 e in seguito alla sconfitta dello United ("Hanno combattuto come animali. È una buona parola nel calcio e spero la intendano come un complimento. Hanno dato tutto quello che avevano"), il portoghese fece infatti seguire un pensiero molto più gentile che oggi suona come un'auto candidatura: "Newcastle mi piace – dichiarò il portoghese – Mi piace la sensazione di andare a casa del signor Robson, mi piace lo stadio e mi piace l'atmosfera, hanno una tifoseria calda e appassionata".