71 CONDIVISIONI

Dal tatuaggio dello 0-1 alla beffa del 4-3 in Juve-Napoli, il web non perdona Koulibaly

Quando il 22 aprile 2018 Koulibaly segnò la rete decisiva allo JStadium che riportò il Napoli a -1 dalla Juve a 4 giornate dalla fine, un tifoso napoletano si tatuò risultato e data per non dimenticare. Oggi, KK è stato ancora decisivo ma in negativo con l’autogol del 4-3. Per la ‘rivincita’ dei tifosi bianconeri sul web.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Alessio Pediglieri
71 CONDIVISIONI

Juventus-Napoli è ancora una volta nel segno di Kalidou Koulibaly, nel bene e nel male. Il difensore dei partenopei fu croce per la Juventus di Allegri, sotto la guida di Maurizio Sarri con il gol decisivo al 90′  allo JStadium che riaprì alle speranze tricolori degli azzurri e fece impazzire i tifosi del Napoli tanto che qualcuno si tatuò data e risultato per non dimenticare. Koulibaly si è trasformato in delizia questa sera, ma per la Juventus (sempre sotto la guida di Sarri) con un'altra rete, sempre al 90′ questa volta nella porta ‘sbagliata' superando il proprio portiere Meret e consegnando il successo rocambolesco ai bianconeri per 4-3. Aprendo alle feste dei tifosi juventini.

Immagine

Nel segno di KK, nel bene e nel male

Così, è finita la super sfida della seconda giornata tra Juve e Napoli, ricca di gol, emozioni, rimonte e topica finale, da parte di chi il popolo partenopeo ha assunto da tempo come proprio simbolo di orgoglio e rivincita. Nell'aprile del 2018, il gigante del Napoli fu decisivo per una sfida che condusse gli azzurri a -1 dai bianconeri, riaprendo di fatto la corsa af un titolo che poi non sfuggì agli uomini di Allegri. Mancavano 4 giornate al termine, oggi siamo solamente alla seconda giornata di campionato, ma è ancora Koulibaly a prendersi gli onori della cronaca questa volta per un errore imperdonabile  – sempre al 90′ e decisivo – nella propria porta, condannando il Napoli ad una sconfitta rocambolesca dopo una rimonta pazzesca. Una topica che ha esaltato i cuori bianconeri quanto quella del 2018, in una rivincita che il destino si è divertito a tesserne la trama attorno allo stesso protagonista.

A testa bassa,  consolato da Chiellini

Dallo JStadium questa volta Koulibaly non è uscito in trionfo, ma a testa bassa ben consapevole dell'errore fatale. Consolato da Giorgio Chiellini che, in stampelle per il recente intervento, lo ha voluto comunque consolare ben sapendo le emozioni di rabbia e frustrazioni del momento. Una scena d'altri tempi che riconcilia con il calcio e con Juventus-Napoli troppo spesso avvolta da critiche e polemiche fuori luogo.

L'ironia bianconera sul web

E se sul web i tifosi bianconeri si sono ovviamente scatenati ad attaccare il gigante buono del Napoli, quelli partenopei lo hanno difeso a spada tratta ben consapevoli che Koulibaly è e resterà il simbolo di un Napoli che ha dichiarato sfida aperta alla Juventus, lontani dal condannarlo o trarne giudizi da tribunale. Ben consapevoli che se la strada per il successo passa attraverso vie tortuose, raggiungere la vetta darà ancor più gioia. La stessa provata il 22 aprile 2018.

#JuventusNapoli #juventus #napoli #SerieA #Koulibaly #manolas

A post shared by Alessio Mosby (@alessioblink) on

71 CONDIVISIONI
È un'Atalanta da Champions, Sassuolo travolto 3-0: i nerazzurri si riprendono il 4° posto
È un'Atalanta da Champions, Sassuolo travolto 3-0: i nerazzurri si riprendono il 4° posto
Calciomercato, la chiusura: Baldanzi alla Roma, la Fiorentina prende Belotti, tanti colpi per Verona e Salernitana
Calciomercato, la chiusura: Baldanzi alla Roma, la Fiorentina prende Belotti, tanti colpi per Verona e Salernitana
Troppa Inter per la Salernitana, show a San Siro: la capolista vince 4-0 e vola a +10 sulla Juve
Troppa Inter per la Salernitana, show a San Siro: la capolista vince 4-0 e vola a +10 sulla Juve
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni