In gol al debutto. Daniele De Rossi ha bagnato così il suo esordio ufficiale con la maglia del Boca Juniors. E' mancato il lieto fine, perché la prodezza di testa, nel cuore dell'area di rigore, con l'avversario che ti mette il fiato sul collo e le mani addosso e usa i gomiti per stopparti, non è bastata a regalare ai gialloblù la qualificazione agli ottavi di Copa Argentina. A passare il turno è stato il Club Almagro [passato per aver vinto ai calci di rigore dopo il pareggio nei tempi regolamentari] ma il boato del pubblico esploso alla rete dell'ex capitano romanista è stato quanto di più bello potesse accadere.

Bello per l'uomo, che aveva lasciato la Capitale e l'Italia con tanta amarezza. Bello per il calciatore che a 36 anni, convinto dall'amico Burdisso, s'è rimesso in gioco almeno per un'altra stagione spostando un po' più in là il traguardo della carriera. "Era pronto per giocare 60 o 70 minuti e così è stato", ha ammesso il tecnico del Boca nel dopo gara elogiando la prestazione del centrocampista italiano.

 

La partita di coppa nazionale si è disputata nella notte italiana allo Stadio Ciudad de la Plata: c'erano trentamila spettatori, abbastanza perché il gladiatore scendesse nell'area riassaporando la terra del Colosseo e il brivido della competizione. De Rossi ha preso le redini del centrocampo e la regia della squadra, con il tecnico Alfaro che gli aveva chiesto di tentare lanci lunghi per innescare le punte Abila e Zarate. DDR ha rischiato grosso quando se l'è cavata con un'ammonizione per un'entrata in tackle un po' troppo ‘decisa' e al 28° del primo tempo ha ricevuto la standing ovation dei tifosi per il gol del momentaneo vantaggio.

Una serata perfetta per il Boca fino al 76°, quando De Rossi viene richiamato in panchina e là dietro viene meno quella ‘garra' da mediano classico che aveva fatto da muro davanti alla difesa assieme al più giovane Capaldo. Passano cinque minuti dall'uscita dell'ex giallorosso e l'Almagro – club della seconda divisione – trova la rete del pareggio. Peccato, ma chapeau per De Rossi.