La musichetta della Champions League, la ascolteremo per l’ultima volta questa sera quando, al Wanda Metrpolitano di Madrid, si affronteranno Tottenham e Liverpool in una sfida tutta inglese dal fascino incredibile. Due squadre che hanno sorpreso tutti, capaci di superare ostacoli apparentemente insormontabili con rimonte pazzesche, che rimarranno nella storia. E all’interno di questa stagione, oltre ai quattro gol rifilati dai Reds al Barcellona in semifinale e l’incredibile rimonta degli Spurs sul campo dell’Ajax, a essere evidenziati, sono stati anche i giovani.

Abbiamo infatti voluto isolare i cinque che si sono maggiormente distinti in questo torneo 2018/2019 e che sono andati più avanti degli altri nella competizione. Nomi noti o poco noti, ma anche sorprese assolute, matricole della Champions all’esordio stagionale. Vediamo dunque la top 5 dei talenti che si sono messi in luce in questa edizione.

De Ligt guida la pattuglia dei talenti

In cima alla lista dei nomi che abbiamo voluto menzionare in questa classifica, non può che esserci quel giovanotto che con un colpo di testa è riuscito a mettere fine ai sogni di gloria della Juventus di Allegri e Cristiano Ronaldo: Matthijs De Ligt. Il difensore dell’Ajax, classe 1999, quindi solo 19 anni, che ha stupito tutti per carattere, determinazione, scioltezza e caparbietà.

La carriera e il rendimento stagionale di De Ligt (Transfermarkt)
in foto: La carriera e il rendimento stagionale di De Ligt (Transfermarkt)

La fascia da capitano sul braccio e la voglia di dimostrare quanto la sua Ajax potesse riuscire nell’impresa di arrivare in finale, hanno messo in mostra un giocatore che ora è corteggiato da tutto il mondo. Il Barcellona sembra essere vicinissimo al suo acquisto, ma non è detto che la Juventus, alla fine, riesca a spuntarla.

Ha un valore di mercato pari a 70 milioni di euro, ha realizzato 2 gol in Champions e 3 in campionato, senza considerare i gol tra preliminari e coppe nazionali per un totale di 7 centri totali. Pazzesco.

Quel furbone di Alexander-Arnold che ha conquistato tutti

Nella memoria storica di tutti, rimarrà sicuramente il suo furbo calcio d’angolo che ha regalato l’assist vincente a Sanè per quel gol che ha spianato la strada verso la finale al Liverpool di Klopp. Lui è Trent Alexander-Arnold, terzino destro classe 1998, lanciato a sorpresa a poco a poco dal tecnico tedesco nella Premier League e che ha finito poi per prendersi un posto da titolare lungo l’out destro.

Un motorino inesauribile che a 20 anni ha conquistato tutti. I Reds non hanno alcuna fretta di cederlo, ma solo di valorizzarlo ed eventualmente farlo partire solo in caso di una proposta irrinunciabile. Stiamo parlando di un calciatore che attualmente vanta un valore di mercato pari a 50 milioni di euro e che può salire ulteriormente. Bilancio in Champions? Dieci gare e ben 4 assist.

Zaniolo: il più giovane italiano a fare una doppietta in Champions

Chiamatelo pure un predestinato, tanto non gli pesa. Già, perché quello che ha vissuto Nicolò Zaniolo in questa stagione può essere vero solo nei sogni di chi ambisce un giorno a diventare un calciatore professionista. Arrivato alla Roma quasi per caso nell’ambito del maxi affare che ha portato, l’estate scorsa, Nainggolan dai giallorossi all’Inter, il classe 1999 s’è trovato ad essere una contropartita quasi sconosciuta al mondo del calcio, ma che ha invece conquistato subito Eusebio Di Francesco.

Il rendimento in Champions di Zaniolo (Transfermarkt)
in foto: Il rendimento in Champions di Zaniolo (Transfermarkt)

Era il 19 settembre del 2018 quando al Bernabeu, nel fortino dei campioni in carica del Real Madrid, il tecnico della Roma fece esordire questo giovane centrocampista offensivo tra lo stupore generale. Trovarsi dal campionato Primavera a dribblare gente come Casemiro, Benzema e Modric, è roba da folli. La sua partita durerà 54 minuti, il tempo per fare vedere a tutti il suo carattere che gli ha anche portato l’azzurro della Nazionale maggiore. E come se non bastasse, ecco arrivare addirittura una doppietta contro il Porto che l’ha portato ad essere l’italiano più giovane a realizzare due gol nella stessa partita in Champions. Un predestinato su cui ora la Juventus vuole puntare fortemente.

 

Mister 50 milioni: Militao, dal Porto al sogno Real Madrid

Nella notte dell’Olimpico di Roma, erano gli ottavi di finale d’andata, a brillare fu anche un difensore della squadra portoghese: Eder Militao. Ben 3 gol in Liga Nos con la maglia del Porto e 2 in Champions e una duttilità tattica degna di un grande campione. E come spesso accade, quando si tratta di grandi campioni, chi non si fa mai sfuggire l’occasione di fiutare potenziali top player, è il Real Madrid.

Il club di Florentino Perez, si è infatti assicurato il giocatore per una cifra pari a 50 milioni di euro. Il brasiliano, classe 1998, può giocare sia come difensore centrale che come terzino destro, forte di una progressione degna di un centometrista. Carattere da vendere e grinta da leone, oggi, con un valore di mercato di 50 milioni, è pronto a farsi largo anche nell’Olimpo del calcio spagnolo. Messi è avvisato.

L’Ajax di De Jong, Van de Beek e Neres

Un omaggio? Un premio? Un’ammissione di superiorità in quanto a lungimiranza coi giovani? Chiamatela come volete, ma la riconoscenza nei confronti dell’Ajax per averci messo di fronte, in questa stagione, allo spettacolo di aver visto giocare in modo meraviglioso una squadra con giocatori composti quasi interamente da prodotti del proprio settore giovanile, è una vera goduria.

E i protagonisti indiscussi, oltre a De Ligt, sono coloro i quali, anche alla prima esperienza, si sono ritagliati uno spazio importante in Champions che li ha portati a sfiorare la finale. Come Frenkie De Jong e Donny Van der Beek. Il primo, dal prossimo anno vestirà la maglia del Barcellona per formare con i marziani catalani, un centrocampo da sogno. A soli 22 anni, fa la differenza. E che dire del secondo, olandese, classe 1997, con un valore di mercato da 25 milioni che farebbe gola a chiunque.

Con loro, non potevamo di certo non menzionare quel David Neres che tanto c’ha fatto divertire con quei dribbling favolosi che hanno fatto innamorare tutta l’Europa. Per lui, con un valore di mercato di 32 milioni, a 22 anni, potrebbero aprirsi le porte della Premier.