Chi ha detto che i calciatori possono essere visionati solo nei vari stadi del mondo per essere poi portati, solo successivamente, alla ribalta nel grande calcio europeo? Infatti, nella storia moderna, sono tante le società che, invece di affidarsi solo ed esclusivamente ai propri osservatori, adoperano un modo del tutto originale per guardare le prestazioni dei calciatori interessati: il video. Tramite dvd, o grazie allo sviluppo della tecnologia infatti, sono nati grandi campioni della nostra epoca. Scopriamone alcuni.

copertinaok

Sanchez scoperto grazie a un’app

Oggi ammiriamo le sue gesta, i suoi gol e le sue corse inarrestabili sul terreno di Londra dell’Emirates Stadium, casa dell’Arsenal del tecnico francese Arsene Wenger. Stiamo parlando di uno dei più grandi talenti del calcio sudamericano, passato anche in Italia, fra le fila dell’Udinese della famiglia Pozzo. Stiamo parlando del cileno Alexis Sanchez che, secondo le ultime news di mercato, la prossima estate sarebbe anche pronto a lascare i Gunners per ritornare in Italia ed accettare finalmente la corte della Juventus che lo segue da tempo. La sua scoperta come calciatore, va a braccetto con l’avvento delle nuove tecnologie. Il “Nino Maravilla”, fu infatti scoperto dagli osservatori dell’Udinese grazie a Wyscout. Attualmente è la più importante piattaforma calcistica a livello mondiale, potendo contare su un database di 300 mila giocatori. Si archiviano informazioni di base sui calciatori, soffermandosi anche sulle performance, rese attraverso accurate statistiche. La sezione principale di Wyscout sta nei video: dove sono indicizzate circa 1000 partite a settimana. E proprio qui fu scoperto il talento di Sanchez.

Alexis-Sanchezok

Football Manager ha “scoperto” Firmino

E’ probabilmente uno dei calciatori più talentuosi ed interessanti della Premier League inglese e se lo sta coccolando, a suon di gol, il Liverpool di Jurgen Kloop. Prima dell'approdo in Bundesliga all’Hoffenheim, nel 2011, Firmino giocava nel Figueirense, e il suo talento fu scoperto grazie a Football Manager. "Io e un collega lo notammo su Football Manager – ha confessato Lutz Pfannenstiel, scout del club di Bundesliga, – poi dopo il lavoro necessario ci siamo presentati al Figueirense con 4 milioni di euro. Tanti soldi davvero, se si considera che arrivava dalla seconda divisione brasiliana”. Tutti pensavano che Firmino fosse un giocatore già pronto, vista la cifra spesa. Alla fine però, dopo 142 presenze e 40 gol in Germania, fu venduto per 42 milioni più bonus proprio al Liverpool. A giudicare dall’investimento, le informazioni, le statistiche e i dati relativi ad ogni singolo calciatore presente su Football Manager, sono da tenere seriamente in considerazione.

firminook

Messi scovato dal Barça a palleggiare con un’arancia

Le storie che spesso si nascondono dietro i grandi campioni sono sempre le più curiose ed emozionanti. Di Leo Messi, bomber del Barcellona e attualmente il più forte calciatore al mondo insieme a Cristiano Ronaldo, sappiamo già tutto, ma non completamente il modo in cui è stato portato a sostenere un provino per il club blaugrana che lo ha consacrato poi nell’Olimpo del calcio.

Arrivò a Barcellona una domenica di settembre del duemila, dopo un volo turbolento, per un provino al club catalano. Quella che sarà poi la “Pulce” per tutti, fu scoperto dopo che la dirigenza era stata letteralmente stregata da un video dove si vedeva Messi fare la foca, ma non solo, la sua esibizione mostrò anche 118 palleggi con un'arancia, 140 con la palla da tennis, 29 con la pallina da ping-pong. Era timido, si vergognava. Si spogliò fuori dallo spogliatoio, si bendò le caviglie e  giocò. E appunto fece sembrare tutti birilli, diventando così il più forte calciatore al mondo.

messiok

Emre Mor, il fenomeno visto su Youtube

Non possiamo assolutamente nascondere questa grande realtà e questo modo di operare, che sta letteralmente facendo innamorare i tifosi tedeschi. Stiamo parlando del Borussia Doertmund che da anni ormai, ha intrapreso la politica dei giovani talenti da lanciare subito in campo nella Bundesliga. Uno dei più importanti in questo senso, è stato Emre Mor, calciatore turco, ma nato in Danimarca, scoperto, allevato e lanciato dal Nordsjælland. Visionato in una partita, quella tra la squadra giallorossa, avversaria della Juventus in Champions nel 2013, e il Copenaghen, fece impazzire la dirigenza giallonera. Ma i suol gol erano già stati visti dagli osservatori tedeschi anche su Youtube: palla sempre attaccata al piede, avversari dribblati in serie e poi la conclusione di precisione, a superare il portiere in uscita. Emre Mor fu subito acquistato dal Borussia che pagò 7 milioni di euro al club danese.

emre morok

Chiamatelo pure il “Messi di Palestina”

Pare proprio che la Juventus, specialista in fatto di giovani talenti, abbia pensato bene di assicurarsi le prestazioni del Messi di Palestina. Il colpaccio, infatti, risponde al nome di Rashed Al-Hajjawi un calciatore che nasconde una storia davvero particolare alle sue spalle. Il giovane talento,  fu infatti scoperto dagli scout della Juve soprattutto grazie ad una serie di video su YouTube in cui mostra capacità tecniche fuori dal comune. Tanti altri importantissimi club europei avevano già messo gli occhi su questo fenomeno assoluto, proprio perchè Al-Hajjawi sembra avere doti di fantasia e controlla di palla straordinarie, unite a un grande fiuto del gol.