La stagione che si sta apprestando a cominciare, vedrà tanti protagonisti pronti a mettersi in mostra per una delle annate che si prospetta più interessanti degli ultimi anni. Non solo dal punto di vista delle rose che si sono andate a formare in questi mesi, ma anche e soprattutto dal numero di giovani talenti che verranno lanciati. Tra campionato, Champions ed Europa, senza considerare i 5 maggiori campionati europei, sono tante le piccole stelle del calcio che stanno nascendo e che vorranno sicuramente andare a prendere il posto dei vari Messi e Cristiano Ronaldo che, nonostante il grande appeal e la vena realizzativa mai svanita, sono comunque over 30. E allora andiamo a vedere quali sono i campioni del domani che si stanno mettendo in mostra in questa estate e che presto potremmo vedere protagonista durante il campionato. Tante le novità che riguardano anche l’Italia.

Vinicius è l’oro di Madrid

L’abbiamo ammirato nell’International Champions Cup, osservato, guardato da vicino mentre con il pallone si divertiva a fare numeri da giocoliere. Probabilmente i tifosi del Real Madrid, dopo averlo visto, non sono più così preoccupati dalla partenza di Cristiano Ronaldo. Al ‘Bernabeu’ sono infatti certi che ci sarà la stella di Vinicius a tirare nuovamente su l’animo dei madrileni. Viene considerato il "nuovo Neymar" in Brasile e, sicuramente, si tratta di un talento purissimo classe 2000:

Eu ouço: "Filho meu, chegou tua hora de brilhar" 🔥⚽️ @realmadrid

A post shared by Vinicius Jr. ⚡️🇧🇷 (@viniciusjunior) on

la Casa Blanca lo ha acquistato l'anno scorso pagandolo 45 milioni di euro (più commissioni) al Flamengo, quando Vinicius era fresco vincitore del Campionato sudamericano Under 17 con la nazionale verdeoro. Il giocatore ha dichiarato che la sua idea è di essere parte della squadra di Julen Lopetegui, ma non ha escluso la possibilità di far parte della squadra B, il Real Castilla, in questa stagione. Rapido e veloce come una gazzella, sarà sicuramente osservato speciale dell’ex ct della Nazionale spagnola oggi ai ‘Blancos’.

Il ‘figlio d’arte’ Weah pronto a stupire

Ha già vinto la sua prima coppa nonostante la giovane età. Lui è George Weah Jr, figlio del mitico ex attaccante liberiano del Milan che ha fatto la storia nel suo Paese. Oggi suo figlio, classe 2000 che ha preso la nazionalità statunitense, gioca nel Psg nella stessa squadra di quel Gigi Buffon che all’esordio da calciatore professionista in Serie A affrontò proprio papà George in quel famoso Parma-Milan del ‘Tardini’. Un momento speciale per entrambi che hanno alzato insieme la Supercoppa francese contro il Monaco e che adesso sono pronti ad altre grandi sfide.

https://www.instagram.com/p/BmFGXW7HUco/?taken-by=timothyweah

Lui, Timothy, è stato il primo 2000 ad esordire nella Nazionale americana. Grande velocità, fiuto del gol e tecnica sopraffina fanno di questo calciatore un vero predestinato che siamo certi di vedere presto sul grande palcoscenico d’Europa, magari già al Psg dove Tuchel lo sta ammirando al meglio per capire come utilizzarlo. Con Cavani, Mbappè e Neymar, trovare spazio è comunque molto dura.

Justin Kluivert infiamma il popolo romanista

E non potevamo mica dimenticarci dei campioni di casa nostra, o meglio, del nostro campionato italiano? Assolutamente no! Uno di questi sarà sicuramente Justin Kluivert. Il figlio di quel Patrick che anche con la maglia del Milan fu protagonista in Italia, promette davvero bene. Classe 1999, fisico da velocista e uno scatto fulminante, già in ICC ha dimostrato di poter fare la differenza sulla fascia servendo assist ai compagni davvero incredibili. Ha l’istinto del gol ed è sempre nel vivo del gioco pronto ad accendersi quando meno te l’aspetti.

https://www.instagram.com/p/Bl8SJLTg9Zj/?taken-by=justink_

L’olandesino è sbarcato a Roma con la speranza di poter spiccare il volo anche in una piazza caldissima come quella giallorossa. Ma la personalità di accettare con coraggio questa proposta, di certo non è passata inosservata. Justin ha il carisma di chi ha voglia di sfondare proprio come suo padre che in tante esperienze in Europa ha sempre lasciato il segno. Starà a noi giudicarlo adesso in Italia, ma senza fretta.

Bailey: un velocista con un occhio su Roma?

Veloce come una gazzella tanto che da piccolo provò anche ad iniziare una carriera nel mondo dell’atletica proprio come il suo idolo Bolt. Già, perchè Bailey, campioncino classe 1997 del Bayer Leverkusen, è connazionale giamaicano proprio del più famoso velocista della storia. Il giovane Leon è partito proprio da Kingston per trovare fortuna poi in quel Bayer che l’ha accolto e che adesso lo valuta almeno 50 milioni di euro.

🦁

A post shared by Leon Bailey ⚽️✞ (@leonbailey_9) on

Certo, i numeri parlano per lui (30 presenze, 9 gol e 8 assist per lui). Calciatore dalle spiccate qualità che è esploso in Belgio al Genk dopo un lungo girovagare in cerca di fortuna. La Roma sarebbe anche interessata a prenderlo dopo l’affare sfumato per Malcom che sarebbe stato davvero un gran colpo viste le prime apparizioni positive con il Barcellona. Staremo a vedere, certo con Kluivert farebbe davvero una coppia spumeggiante.

La stella del Borussia Pulisic

E chiudiamo con un altro giovane dalle belle speranze (anche lui nel mirino della Roma talentuosa di Monchi) come Christian Pulisic. Di origini croate ma di nazionalità statunitense, il giovane classe 1998 si è cominciato a mettere in mostra lo scorso anno con la maglia del Borussia Dortmund prima di esplodere poi a suon di giocate da urlo e assist.

Pochi gol per lui, soltanto 4 nell’ultimo campionato che però non cancellano assolutamente le immense qualità di questo ragazzo che già può contare su ben 21 presenze in Nazionale a stelle e strisce e soprattutto su un valore di mercato pari a 45 milioni di euro. Il Borussia giovane che sta nascendo con Hakimi e Akanji ad impreziosire la rosa dei tedeschi, punta molto su di lui che, al fianco di gente come Reus e Goetze può fare davvero bene e crescere come una delle prossima stelle del calcio internazionale.