Ritirarsi l'anno prossimo oppure continuare fino a 41 anni. Cristiano Ronaldo lascia sospesa a mezz'aria la frase e quasi gela il sangue nelle vene dei tifosi, del giornalista di Televisão Independente (emittente privata poortoghese) che ha di fronte, dei sostenitori bianconeri che sperano in lui per vincere anche in Europa. CR7 ha voglia di appendere le scarpette a chiodo e dedicarsi ad altro? Calma. Non è detto che sarà così. Non adesso, non ancora e si affretta a chiarire che, a 34 anni, dopo aver vinto tutto ed essere arrivato sul tetto del mondo (sia a livello personale, sia di club), "la cosa importante è godermi il momento e ho bisogno di progetti allettanti. Ecco perché ho scelto la Juventus".

Juventus, sfida per continuare a vincere

Vi sembrano parole di un campione che ha in animo di dire addio e lasciare la scena senza essersi tolto l'ultima soddisfazione? No. E basta ascoltare il seguito per capire come Torino può segnare un'altra tappa importante della carriera dell'uomo e dell'atleta che non ha perso la ‘fame' né la voglia di perfezionarsi.

Sono motivato come il primo giorno e voglio vincere tutto in bianconero. Ma la Champions League non sia un'ossessione, lasciamo che le cose vadano come devono. Con la maturità ho imparato a gestire le sconfitte, la vita non è il calcio e se non vinco non finisce il mondo.

Le valutazioni di mercato da capogiro

Quando pensa alle valutazioni di mercato attuali sorride e con ironia fa notare come alcune siano folli, fuori mercato rispetto alla valutazione reale di un calciatore.

Oggi costano tutti tanto, si parte da 100 milioni e vedo difensori venduti a 75 milioni… Se così stanno le cose allora oggi quanto dovrei valere? Almeno 300 milioni, forse anche 400. Credo nessun giocatore detenga più record di me. E non è un caso che io e Messi siamo gli unici ad aver vinto cinque Palloni d'Oro.

Il caso Kathryn Mayorga

Dal calcio alla vita privata, due aspetti spesso sovrapposti e sovra-esposti quando sei una star dello sport ricercata da tutti e costantemente sotto i riflettori. Più di recente CR7 lo è stato la vicenda Kathryn Mayorga, la donna che lo ha accusato di aver abusato di lei dieci anni fa. Una vicenda che s'è chiusa senza alcun seguito giudiziario, con le obiezioni mosse dall'americana tutte cadute.

Quando mettono in dubbio il tuo onore fa male – ha aggiunto Ronaldo -. Ho una compagna, quattro figli di cui uno di 9… Grazie a Dio si è dimostrato che sono innocente.