Coda polemica per Sampdoria-Cagliari. Protagonisti il sempreverde bomber della formazione blucerchiata Fabio Quagliarella, e il giovane e talentuoso estremo difensore dei sardi Alessio Cragno. Il motivo? L'azione di disturbo del portiere all'ex di Napoli e Juve prima della battuta del calcio di rigore risultato poi decisivo, e l'esultanza "in faccia" del numero 27 sampdoriano dopo la realizzazione del penalty. Il tutto certificato dalle dichiarazioni dei due nel post-partita.

Cosa è successo tra Cragno e Quagliarella in Sampdoria-Cagliari

La Sampdoria ha superato il Cagliari nel lunch match della domenica della 25a giornata di Serie A grazie ad un gol di Fabio Quagliarella su calcio di rigore. Il centravanti subito dopo la rete correndo verso la curva, si è fermato davanti a Cragno urlando tutta la sua gioia. Il portiere di spalle non si è accorto della situazione, con alcuni compagni che hanno "chiesto spiegazioni" all'esperto centravanti per il suo gesto, che è sembrato legato ai tentativi di Cragno di distrarlo prima della battuta del penalty.

Quagliarella esulta in faccia a Cragno, per il portiere l'attaccante è un rosicone

Nell'immediato post-partita ai microfoni di Dazn, Cragno ha commentato il gesto di Fabio Quagliarella. Il classe 1994 ha stuzzicato l'avversario che a suo dire avrebbe rosicato per il precedente super intervento che gli ha negato la gioia del gol: "Mi hanno riferito che Quagliarella mi ha esultato in faccia dopo il gol, ma io non me ne sono accorto… Possibile rosicasse per la mia parata di poco prima"

Con questo post voglio raccontarvi una storia di campo che oggi non si è vista in tv. “C’era una volta un portiere che voleva disturbare un attaccante che doveva calciare un rigore. Il portiere spostò una prima volta la palla dal dischetto. Poi, non contento, disse all’arbitro che la palla non era nel posto giusto. Si perse un po’ di tempo. Ma l’attaccante tirò ugualmente il calcio di rigore. E, come nelle fiabe a lieto fine, fece gol, urlando tutta la sua gioia, ma senza insultare nessuno, dentro e fuori dal campo”. Avrei preferito non fosse accaduto nulla, né prima né dopo l’episodio, ma mi sembrava doveroso chiarire perché sto leggendo cose non del tutto veritiere. #forzasamp #sampcagliari

A post shared by Fabio Quagliarella (@fabioquagliarella27_official) on

La risposta di Quagliarella a Cragno su Instagram

La risposta di Quagliarella è arrivata su Instagram. Il bomber della Sampdoria ha spiegato l'accaduto rispondendo a distanza al portiere del Cagliari: "Con questo post voglio raccontarvi qualcosa che non si è visto in televisione. C'era una volta un portiere che voleva disturbare un attaccante che doveva calciare un rigore. Il portiere sposta una prima volta la palla dal dischetto. Poi, non contento, ha detto all'arbitro che la palla non era messa al posto giusto. Si è perso un po' di tempo. Ma l'attaccante è riuscito ugualmente a tirare il calcio di rigore. E come nelle fiabe ha urlato tutta la sua goia, ma senza insultare nessuno dentro e fuori dal campo. Avrei preferito che non accadesse nulla, ma voglio chiarire perché sto leggendo cose non veritiere"