Non tira una buona aria a Barcellona per Philippe Coutinho. Dopo quasi tre mesi di digiuno, il brasiliano ha ritrovato la rete, accorciando le distanze nella sfida di andata degli ottavi di finale di Copa del Rey contro il Levante (culé sconfitti per 2-1), ma la sua prestazione non ha rubato l'occhio e le critiche sono prontamente arrivate. L'ex esterno offensivo dell'Inter è stato l'acquisto più oneroso della storia del Barça, con una cifra record che con i bonus arriva a superare i 150 milioni di euro, ma l'investimento, per ora, non ha pagato per molta parte della critica.

Nella sua prima stagione in Liga è riuscendo a trovare 10 goal in 22 presenze mentre quest'anno è arrivato a 6 reti e 4 assist in 24 presenza: l'ultima rete di Coutinho risaliva al Clasico contro il Real Madrid, vinto per 5-1 dai catalani.

Il Barça cede Coutinho per l'assalto a Neymar?

Il calciatore ammirato a Liverpool e durante lo scorso Mondiale, durante il quale è stato uno dei pochi del Brasile a uscire a testa alta, al Nou Camp non lo hanno ancora apprezzato e forse la pressione psicologica migliore non ha aiutato Coutinho ad esprimersi al meglio. Nelle ultime settimane si era parlato di un possibile ritorno in Inghilterra, dove si è espresso al meglio e ha subito meno condizionamenti. Per la prossima stagione si parla di un possibile avvicendamento in salsa verdeoro a Barcelona, con i blaugrana intenzionati a riprendersi Neymar e Coutinho che potrebbe prendere la via della Premier League, dove alcune indiscrezioni riportano un interessamento del Manchester United per il numero 7 del Barça. In pratica, se dovesse arrivare l'offerta giusta per Coutinho questa volta il Barcellona l'ascolterà e poi si tufferà a capofitto sul ritorno di O Ney in Spagna. Fantacalcio? Può darsi, ma in questi ultimi anni abbiamo visto come tutto può accadere nel mercato pallonaro.