Se ci saranno tutte le coperture finanziarie, questa società ha fatto delle cose pazzesche. Dobbiamo ancora metterci un ‘se’ perché ci sono stati così tanti investimenti che adesso aspettiamo di vedere tutto nero su bianco.

Sono queste le parole di Ilaria D'Amico a Sky Sport e che hanno fatto infuriare il Milan al punto da non mandare propri tesserati davanti alle telecamere dell'emittente per le consuete interviste del post partita.

E così, alla prima di campionato scandita dalla vittoria netta dei rossoneri a Crotone, a lasciare il segno in tv più delle prodezze di Cutrone sono state da un lato le parole della giornalista e conduttrice sulla campagna acquisti rivoluzionaria del club – con tanto d'investimento milionari, l'ultimo in ordine di tempo è Kalinic – dall'altro il malumore manifestato dal Milan per quelle riflessioni ritenute – evidentemente – fuori luogo.

Non era certo nelle intenzioni di D'Amico sollevare sospetti ma le affermazioni sulla solidità finanziaria della nuova società – poche settimane fa era stato il presidente della Roma, Pallotta, ad avanzare dubbi sulle operazioni e sulla gestione dei rossoneri salvo scusarsi e ritrattare – devono avere indispettito il Milan che ha scelto la strada del silenzio nel giorno del debutto in Serie A.

https://www.youtube.com/watch?v=SgjISRQx3zQ

La stessa Ilaria D'Amico si è poi detta in diretta tv molto dispiaciuta per quanto accaduto, spiegando ai telespettatori la ragione dell'assenza davanti ai microfoni del tecnico, Montella, e di altri tesserati ma ribadendo trasparenza e piena autonomia di commenti espressi senza alcun secondo fine che non sia di natura giornalistica.

Non lo avremo qua con noi a Sky Calcio Show e questo ci dispiace molto, anzi mi dispiace molto. Parlo a titolo personale perché per qualcosa che mi riguarda personalmente non avremo alcun tesserato. Ci è stato comunicato questo dal nostro ex collega Fabio Guadagnini perché hanno riferito che le mie parole li hanno fatti risentire. Nel pre-partita io ho detto che se ci saranno le coperture finanziarie questa società ha fatto un lavoro straordinario.

Quel ‘se’, dovuto al fatto che ci sono stati investimenti enormi, ha comportato la decisione della società di non far venire nessun tesserato a parlare con Sky Sport. Questa decisione si commenta da sola per quanto ci riguarda, inutile dirvi che si continuerà ad esprimere liberamente delle idee che avrei espresso nei confronti di chiunque. Mai abbiamo sentito una ritorsione di questo tipo per una frase del genere.