Quanto vale la vittoria della Coppa Italia in termini economici? Quanto incassano le squadre che partecipano alla finale? Tra Milan, Lazio, Atalanta e Fiorentina ne resteranno solo due a sfidarsi nella finale in programma a Roma il 15 maggio. Tredici milioni di euro è il tesoretto che toccherà alla squadra trionfatrice, importo che si aggiunge alla qualificazione diretta alla prossima edizione dell'Europa League e alla partecipazione alla Supercoppa contro la Juventus. Come si arriva a quella somma? Conteggiando una serie di voci che contribuiscono a implementare il montepremi fissato dalla Lega di Serie A: 5.2 milioni di euro spetteranno al club che solleverà la Tim Cup sotto il cielo della Capitale (mentre saranno 3.4 milioni quelli destinati alla formazione sconfitta), a questi va aggiunta la parte variabile dell'incasso al botteghino ripartita al 45% tre le finaliste con un 10% da corrispondere alla Lega stessa.

Secondo una stima fatta dal sito specializzato Calcio e Finanza il ricavo dalla vendita dei biglietti dovrebbe essere di 1.8 milioni a squadra. Totale, quindi, di 7 milioni da mettere a bilancio grazie alla sola vittoria del trofeo all'Olimpico. Da dove arrivano gli altri 6 milioni? All'appello mancano ancora altre due voci importanti.

  • La prima è data dalla sfida contro i bianconeri che, come l'anno scorso, potrebbe giocarsi ancora una volta in Arabia Saudita. Dovesse essere così, l'edizione della Supercoppa 2020 metterebbe sul piatto 6.75 milioni di euro da ripartire tra le due contendenti (3.375 e rotti a testa).
  • Giunti a 10 milioni complessivi, ne restano altri 3 circa che verrebbero garantiti dall'accesso alla fase a gironi dell'Europa League. La somma per la partecipazione alla Coppa, infatti, è di 2.92 milioni, pochi ‘spiccioli' ai quali andrebbero poi sommati in un secondo momento il market pool e gli incassi delle 3 gare da giocare in casa come da calendario.