Come tradizione la Premier League si chiude di domenica. Questa sarà una domenica da ricordare per tanti protagonisti del campionato inglese. Il Liverpool festeggia la qualificazione in Champions, grazie al nettissimo successo sul Brighton. Fa festa anche Salah che vince il titolo di capocannoniere. Disastrosa invece la giornata del Chelsea che perde 3-0 con il Newcastle e chiude al quinto posto. Per la seconda volta nell’era Abramovich i ‘Blues’ non giocheranno la Champions League.

Salah fa 32, Liverpool in Champions

Matchpoint con servizio a favore, usando una metafora tennistica si può definire facilmente la favorevole situazione che viveva il Liverpool che per chiudere i giochi con il Chelsea doveva battere il Brighton, già ampiamente salvo. Salah sblocca il risultato dopo pochi minuti, segnando il 32esimo gol in campionato. L’egiziano ipoteca la qualificazione e pure il titolo dei cannonieri. Lovren raddoppia al 40’, Solanke fa tris nella ripresa segnando per la prima volta, al 27° match, con i Reds, nel finale poker di Robertson.

Conte battuto da Benitez, Chelsea ko 3-0

Erano pochissime le chance per i ‘Blues’ che con il Newcastle, già salvo e reduce da una serie di sconfitte, ha avuto un pessimo approccio è andato sotto, gol di Gayle, e non è riuscito a reagire nonostante Conte abbia messo in campo tantissimi attaccanti, l’unico che ci ha provato realmente è stato Giroud. Chelsea in Europa League, Conte potrà salvare la stagione sabato prossimo con la FA Cup, l’avversaria dei londinesi sarà il Manchester United, che ha chiuso il campionato battendo 1-0 il Watford. Assist di Carrick, all’ultima da calciatore, e gol di Rashford.

100 punti per il Manchester City. Southampton salvo, Swansea retrocesso

Voleva vincere per chiudere a 100 punti il Manchester City che contro il Southampton si è impegnato parecchio e ha cercato di vincere, ma i Saints dovevano blindare la salvezza e quando hanno capito di avercela fatta sono stati sconfitti. Perché al 93’ De Bruyne imbecca Gabriel Jesus che davanti a McCarthy non sbaglia. Guardiola festeggia come se avesse vinto la Champions, record di punti assoluto nella storia della Premier. I Saints sono salvi, retrocede lo Swansea, ko con lo Stoke.

Wenger chiude vincendo, 5-4 del Tottenham

La 1235esima e ultima partita da allenatore dell’Arsenal si chiude con un successo per Wenger, che festeggia il gol di Aubemayeng e chiude il campionato al 6° posto. A Wembley spettacolo puro nel match tra Tottenham e Leicester. Gli Spurs vincono 5-4, doppiette per Lamela, Kane e Vardy.

I risultati della 38a Giornata

Burnley-Bournemouth 1-2; Crystal Palace-West Bromwich 2-0; Huddersfield-Arsenal 0-1; Liverpool-Brighton Hove&Albion 4-0; Manchester United-Watford 1-0; Newcastle-Chelsea 3-0; Southampton-Manchester City 0-1; Swansea-Stoke City 1-2; Tottenham-Leicester 5-4; West Ham-Everton 3-1.

Classifica della Premier League 2017-2018

Manchester City (Campione) 100; Manchester United (in Champions) 81; Tottenham (in Champions) 77; Liverpool (in Champions) 75; Chelsea 70 (in Europa League); Arsenal (in Europa League) 63; Burnley (preliminare di Europa League) 54; Everton 49; Leicester 47; Newcastle, Crystal Palace, Bournemouth 44; West Ham 42; Watford 41; Brighton Hove&Albion 40; Huddersfield 37; Southampton 36; Swansea (retrocesso) 33; Stoke (retrocesso) 33; West Bromwich (retrocesso) 31.