La Roma vola. Di Francesco ha vinto le ultime quattro partite di campionato, ne ha una da recuperare, e potenzialmente è a un passo da Napoli, Juventus e Inter. Nelle ultime sei partite, Champions compresa, i giallorossi hanno ottenuto cinque successi, e solo in due occasioni la squadra giallorossa ha subito gol. Alla ripresa del campionato la Roma avrà altre due frecce da aggiungere al proprio arco: il difensore Karsdorp e soprattuto l’attaccante Schick, entrambi saranno disponibili per il match con il Napoli.

Schick e Karsdorp a disposizione della Roma.

Difficile pensare che entrambi saranno in campo contro la squadra di Sarri, che lo scorso anno all’Olimpico vinse per 2-1. L’altro grande mini-ciclo che si appresta a giocare la Roma però darà la possibilità all’ex Feyenoord e al costosissimo attaccante di giocare sempre più. Se Karsdorp aiuterà il turnover in fase difensiva, Schick offre a Di Francesco un gran numero di varianti in fase offensiva. Il preparatissimo allenatore pare sia disposto con Schick a mettere da parte il suo 4-3-3.

Di Francesco pensa al 4-3-2-1 con Schick trequartista.

Patrik Schick è una punta di grandissimo talento, ha dimostrato di saper segnare con la Sampdoria ed è stato allevato da Giampaolo. Schick chiaramente non può ambire al ruolo di prima punta che è di Dzeko e nell’unico spezzone di partita giocato con la Roma si è mosso da esterno offensivo. Ma Di Francesco potrebbe, non subito, schierarlo in attacco in un 4-3-2-1. Una soluzione che taglierebbe fuori Perotti, Defrel e El Shaarawy in un solo colpo. Ma permetterebbe a Schick di giocare al fianco di Nainggolan e al fianco dell’unica punta. Inoltre a centrocampo troverebbe spazio così Pellegrini, sempre più determinante per la Roma.

Schick esterno nel 4-3-3.

Se invece Di Francesco non vorrà modificare il suo marchio di fabbrica lascerà naturalmente in avanti come punta centrale Dzeko, mentre Schick giocherà su una delle due fasce. E a questo punto il ceco si giocherebbe il posto con Perotti, che però se sta in forma nelle partite principali sarà spesso titolare, e soprattutto con il ‘Faraone’ El Shaarawy.