Il calciomercato modifica solitamente il corso e pure il destino di molti club. Che, investendo ingenti somme nella campagna acquisti, possono puntare a posizioni di vertice in classifica e a successi importanti in campo internazionale. Va da sé, poi, che gli innesti più onerosi messi a segno siano in grado di aumentare non solo il tasso tecnico di ogni squadra ma anche il valore globale del club stesso capace, sessione dopo sessione, di aumentarlo (o diminuirlo), in base all'andamento dei propri affari. E così, con una sessione estiva ancora in pieno svolgimento, ecco i cinque club più preziosi in circolazione sommando le quotazioni dei singoli cartellini dei calciatori che compongono le loro rose.

Manchester City al top, Barcellona secondo

Cancelo è solo l'ultimo affare, l'ultimo tassello di una operazione di ricostruzione del marchio Manchester City capace, dall'arrivo dei soldi degli sceicchi, di scalare anno dopo anno posizioni su posizioni in patria e in Europa.

Anche se, ad oggi, con ancora in testa l'assillo Champions League e con le semifinali della manifestazione quale miglior risultato della gestione spendacciona dei Citizens. Che hanno portato il club di Manchester ad essere, oggi, il club più prezioso in circolazione con una rosa che vale 1.28 miliardi di euro. Per una rosa stellare e che, quest'anno come non mai, deve puntare in alto e dominare, come da roster, non solo in Inghilterra ma anche nel vecchio continente.

Peraltro, già sopraffatto in lungo e in largo da Guardiola e dal suo Barcellona. Già proprio quel Barça che, ora, secondo i rilevatori specializzati in quotazioni di mercato, si posiziona alle spalle del City con una discrepanza di appena 100 milioni di euro rispetto agli 1.28 miliardi degli inglesi. Merito di una squadra di altissimo livello e di uomini, da Messi a Suarez a Dembélé passando per i neo arrivati De Jong e Griezmann straordinari.

Real Madrid, Liverpool e Tottenham nella top five

Cosa hanno in comune Real Madrid, Liverpool e Tottenham? Oltre a tre formazioni stellari, il fatto di rappresentare l'élite del calcio europeo in grado di raggiungere, negli ultimi due anni, le ultime due edizioni della finalissima di Champions League. E lo hanno fatto abbinando storia, tradizione, qualità, bel gioco, carattere e investimenti mirati. Con elementi, acquistati in passato, abili poi a contribuire ai rispettivi successi, specie in campo internazionale. Ma se il passato è glorioso, il futuro sembra non meno entusiasmante per queste solide realtà europee con, nell'ordine, Real Madrid, Liverpool e Tottenham rispettivamente terza, quarta e quinta società per valore complessivo delle proprie squadre a quota 1.19 e 1.07 miliardi e  984.5 milioni di euro a referto.

Juventus settima: Inter e Napoli entro le prime 20

Per trovare un'italiana, invece, occorre scendere un po' più in basso fino ad arrivare alla settima piazza occupata, ad oggi e quindi senza ulteriori colpi che pure sono attesi dalle parti di Torino, dalla Juventus di Sarri. Che, con 869 milioni di euro, si presenta come una delle formazioni più pericolose, specie per le inglesi e le spagnole dominatrici degli ultimi anni, per la lotta alla Champions League. Poi, più nulla o quasi. Per rintracciare un'altra società nostrana si va ancora più giù fino alla posizione 14 con l'Inter capace, con l'arrivo di Lukaku, di superare il Napoli quindicesimo 634.9 a 620 milioni di euro.