Solidarietà al popolo curdo. Claudio Marchisio l'ha espressa pubblicando un post su Instagram corredato da una foto e un messaggio emblematici per sensibilizzare l'opinione pubblica contro la guerra scatenata dalla Turchia nel silenzio della comunità internazionale. All'immagine di un bambino che guarda i mezzi delle milizie passare attraverso il territorio è associata una frase di Anna Frank, un combo molto forte dal punto di vista emotivo per quanto sta accadendo dopo l'invasione della Siria settentrionale dalle forze di Erdogan.

La frase di Anna Frank contro la guerra scatenata dalla Turchia

Sensibile a quanto sta accadendo, Claudio Marchisio si conferma molto attento alle vicende della comunità internazionale e non manca di far sentire la propria opinione: "Sentiamoci pure responsabili per ogni vittima", è il richiamo molto forte a margine delle parole di Anna Frank richiamate sui social network.

Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l'avvicinarsi del rombo che ucciderà noi pure, partecipo al dolore di milioni di uomini… questo scriveva Anna Frank nel suo diario, nel 1942 – si legge nel post dell'ex calciatore della Juventus e della Nazionale – . Oggi, 77 anni dopo, è iniziato il bombardamento della Turchia contro i Curdi in #Siria. Una vergogna per tutta la comunità internazionale. Sentiamoci pure responsabili per ogni vittima.

I messaggi di Claudio Marchisio dedicati a Silvia Romano

Non è la prima volta che l'ex centrocampista – di recente ha dato il suo addio ufficiale al calcio giocato – prende posizioni molto forti anche su temi e vicende di politica internazionale. Lo ha fatto anche in occasione del rapimento di Silvia Romano, la cooperante italiana rapita in Kenya il 20 novembre del 2018, oppure per tenere alta l'attenzione pubblica su altre tragedie che hanno colpito territori sconvolti dalle oppure da calamità naturali.