1 Maggio 2018
19:06

Clasico: il Real potrebbe concedere il ‘pasillo’ solo a Iniesta

Zidane aveva annunciato che il Real Madrid non avrebbe concesso il ‘pasillo’ al Barcellona vincitore della Liga. Potrebbe esserci un’eccezione solo per Don Andrés Iniesta.
A cura di Alessio Morra

Don Andrés Iniesta la scorsa settimana ha annunciato l’addio al Barcellona al termine della stagione. Domenica scorsa i catalani hanno conquistato matematicamente il titolo, il 25esimo. Valverde alla prima annata è riuscito a centrare il doblete. La Champions è sfuggita ai blaugrana, che però hanno la possibilità di realizzare un altro storico primato, perché il Barcellona potrebbe chiudere senza sconfitte il campionato, e nella Liga non ci è riuscito mai nessuno. Restano ancora quattro partite a Messi e compagni, l’ostacolo maggiore è rappresentato dal Real Madrid, che si presenterà al Camp Nou domenica prossima. Il ‘clasico’ non è mai una partita come tutte le altre e anche il ‘pasillo’ è diventato oggetto di polemiche.

Il Barcellona ha già festeggiato il titolo, ma vuole celebrarsi in casa e vincere con il Real Madrid sarebbe la ciliegina sulla torta (all’andata finì 3-0). In genere in Spagna la squadra che conquista il titolo nel match successivo viene accolta con il ‘Pasillo’, letteralmente la ‘camminata d’onore’. Spesso si è vista questa scena con la squadra avversaria che applaude i campioni. Zidane, in tempi non sospetti, ha detto che il Real non avrebbe effettuato il ‘Pasillo’ al Barcellona. La motivazione non è dovuta a problemi di campanile, ma il Real non lo avrebbe fatto perché il Barcellona non lo ha realizzato quando si è trovato di fronte il Real campione del mondo per club.

Jordi Alba, uno dei senatori del Barcellona, ha risposto e ha spiegato perché non ci fu l’omaggio: “Il Mondiale per club è una competizione a cui non partecipiamo, se invece il Real Madrid non ci concede la passerella è perché la decisione arriva dall’alto”. L’ex Real Seedorf, tecnico del Deportivo retrocesso dopo il ko con il Barcellona, è a favore del ‘pasillo’: “Sono madridista, ma anche ambasciatore Uefa e rappresento i valori positivi del calcio: sarebbe bello rispettare le tradizioni e mostrare rispetto. Non concedere il pasillo è un errore”.

Il quotidiano madridista ‘As’ propone una soluzione a metà, un tempo si sarebbe definita questa proposta una soluzione democristiana. Perché il Real potrebbe concedere solo la passerella al grande Don Andrés Iniesta, a un passo dall’addio e all’ultimo ‘clasico’ della sua carriera. La standing ovation del Camp Nou è certa per Iniesta, l’omaggio degli avversari di sempre potrebbe essere altrettanto bello. D’altronde Iniesta è uno dei più migliori di questa epoca e meriterebbe un riconoscimento così importante anche dal Real Madrid.

Ronaldinho incontra vecchi compagni e avversari: l'abbraccio con Figo
Ronaldinho incontra vecchi compagni e avversari: l'abbraccio con Figo
50 di Sport Viral
Chi è Pedri, il nuovo Iniesta che a 18 anni guida la Spagna di Luis Enrique
Chi è Pedri, il nuovo Iniesta che a 18 anni guida la Spagna di Luis Enrique
Ancelotti ammette di aver evaso le tasse per errore: “È stato mal consigliato, pagherà”
Ancelotti ammette di aver evaso le tasse per errore: “È stato mal consigliato, pagherà”
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni