In campo segna gol pesanti e, con tutta la squadra, insegue il sogno dello scudetto. Nella vita privata, in quella vera, Dries Mertens aiuta chi ha più bisogno. A Napoli è diventato un beniamino dei tifosi perché ha dimostrato di amare molto la ‘sua’ città, e lo ha dimostrato anche sui social, dov’è molto attivo. La considerazione del belga adesso è destinata ad aumentare in modo considerevole. Perché, grazie a un articolo del Corriere della Sera, si è scoperto che più di una volta il trentenne attaccante di notte ha distribuito pizze ai senzatetto della città.

Mertens e le pizze ai senzatetto

Esiste un altro ‘Ciro’ Mertens. Il simpatico e letale attaccante quando veste i panni da calciatore si dedica agli altri e in questi ultimi mesi più di una volte è stato avvistato e, seppur mimetizzato, riconosciuto mentre portava delle pizze ai clochard della città. A metà dicembre per la prima volta si adopera per chi ne ha più bisogno e lo fa al ritorno di una trasferta del Napoli, che aveva vinto 3-1 con il Torino. Il giocatore quando sbarca chiama al telefono un paio di suoi grandi amici e a loro dice: “Compriamo tante pizze portiamole a chi ha fame e vive in strada”.

Dalle parole si passa ai fatti rapidamente e Mertens nascosto da cappellino e occhiali distribuisce pizze a chi ha più bisogno. In questi ultimi giorni il belga e i suoi amici si sono ripetuti. Il freddo è stato potente, la neve pure a Napoli è caduta copiosa. E il giocatore ha pensato ai clochard di diverse zone della città, compresi quelli dei giardini di via Posillipo, dove vive il bomber di Sarri. Gesti meravigliosi da parte di un ragazzo che ha capito quali sono i veri valori della via.

Le visite in ospedale

Sotto traccia, come si muove un vero bomber in un area di rigore, Mertens s’impegna e non cerca visibilità per questi gesti che sicuramente non sono passati inosservati e sono probabilmente unici nel suo mondo. Che Mertens avesse un cuore d’oro era cosa nota. Spesso è stato visto in ospedale, dove ci sono tanti suoi piccoli tifosi. A loro ha regalato ben più di un sorriso. La piccola Aurora, una bambina ammalata di cancro, ha un debole per ‘Ciro’ che all’ospedale Pausilippon si presenta spesso. Lei una volta, con il sorriso, ha detto: “L’ho voluto sposare, adesso siamo marito e moglie”.

Il canile salvato grazie a Mertens e Katrin

Mentre con la moglie Katrin Dries ha adottato cani abbandonati. La coppia ha salvato un rifugio per cani di Ponticelli, un quartiere di Napoli, senza il loro aiuto quel canile sarebbe stato chiuso. In campo segna e fa sognare il Napoli, fuori dal rettangolo verde il bomber è ancora più speciale e sta dando un esempio estremamente positivo.