Il CIES, l’osservatorio indipendente del calcio mondiale, ha stilato una classifica molto interessante. Dopo aver preso in esame le squadre dei primi cinque campioni europei e la loro capacità di formare giovani in grado di imporsi negli stessi o anche in altri club ha stabilito che la società che forma meglio i baby calciatori è il Barcellona. Il CIES ha analizzato la capacità dei settori giovanili delle società di formare giocatori che tra i 15 e i 21 anni hanno militato per almeno tre stagioni nello stesso settore giovanile e poi hanno trovato posto in una squadra vera, professionista. Sul podio il Real e il Lione.

Barcellona e Real, numeri d’oro

La cantera del Barcellona storicamente è una delle migliori e si conferma tutt’ora al vertice. Analizzando i dati delle ultime cinque stagioni si nota che 69 giocatori formati dai blaugrana hanno disputato complessivamente 319.224 minuti in 55 club (il 24% con il Barcellona), secondo posto per il Real Madrid con 69 giocatori in 44 club (il 12% con i blancos), con 304.052 minuti. Numeri simili per le due grandi di Spagna, che anche puntando sul vivaio hanno conquistato complessivamente le ultime cinque Champions.

Lione meglio di United e Atletico

Terzo posto per il Lione, che punta sui giovani. 56 giocatori hanno giocato in 44 club differenti, il 12% con l’OL, per un totale di 253.906 minuti. Il Manchester United ha formato più giocatori 58, ne ha avuti in percentuale maggiore in rosa (15%), ma ne ha avuti meno nei club (36) e ha di poco meno minuti dei francesi: 253.677. Quinto il Rennes, poi i club baschi: Real Sociedad e Athletic Bilbao, ottavo il Monaco che precede Atletico Madrid e Valencia. Netto il dominio spagnolo nella top ten con sei squadre.

Roma il top per i giovani in Italia

Ha formato 37 calciatori in quest’ultimo lustro la società giallorossa, il 21% ha giocato con la Roma che occupa il diciottesimo posto e grazie a 134.607 minuti precede l’Atalanta di un soffio (36 calciatori in 29 club, il 22% con i nerazzurri) e 134.410 minuti giocati. Ventiseiesimo il Milan, 37 giocatori in 30 club (121.818 minuti). 31esimo posto per l’Inter, 34 calciatori in 37 club, il 5% però ha militato con i nerazzurri, 116.643 minuti. Nella top 50 anche l’Empoli, 41esimo, 21 calciatori in 17 club (il 33% con gli azzurri), 92.555 minuti, e la Fiorentina, con 21 elementi in 22 club (il 20% con la viola), 75.954 minuti e 50esimo posto.

Gigio Donnarumma, simbolo del settore giovanile del Milan.
in foto: Gigio Donnarumma, simbolo del settore giovanile del Milan.