La riorganizzazione del Milan è iniziata, subito dopo la fine del campionato. Gazidis non vuole perdere tempo e dopo aver accettato le dimissioni di Leonardo e Gattuso ha proposto il ruolo di direttore tecnico a Paolo Maldini, si è messo a caccia di un nuovo allenatore e soprattutto ha fatto capire che l’ex d.s. brasiliano non verrà sostituito né da Campos, che andrà al Monaco, né da nessun altro nuovo dirigente. Perché con ogni probabilità verrà promosso Geoffrey Moncada, che da dicembre è il capo scout e che adesso dovrà cercare di scovare dei baby fenomeni. C’è già riuscito qualche anno fa, quando pescò dal nulla Mbappé.

Chi è Geoffrey Moncada

Gazidis lo ha messo sotto contratto pochi mesi fa. Dal 1° dicembre 2018 Moncada lavora per il Milan, con il ruolo di capo scout. L’ex dirigente dell’Arsenal evidentemente aveva le idee già molto chiare quando lo ha preso e forse già immaginava di promuoverlo. Perché il nuovo ticket dirigenziale milanista sarà formato dal 32enne francese e da Maldini, che però ancora non ha accettato l’incarico, dovrà dare una risposta a breve.

Foto https://www.linkedin.com/in/geoffrey–moncada–b419484b/?locale=en_US
in foto: Foto https://www.linkedin.com/in/geoffrey–moncada–b419484b/?locale=en_US

Mbappé, la più grande scoperta di Moncada

Questo ragazzo del 1987 ha un database impressionante, letteralmente ci sono decine di migliaia di calciatori. Moncada ha iniziato questa professione di talent scout quando aveva appena 19 anni, per tanti è stato un freelance, proponendo talenti qua e là. Dopo averne scoperti tanti, ha iniziato a lavorare al fianco di Campos al Monaco, club che ha fatto affari d’oro grazie all’abilità nello scoprire talenti di Moncada, su tutti Kylian Mbappésu tutti Kylian Mbappé, preso quand’era un ragazzino e ceduto a 180 milioni al Paris Saint Germain. Il Milan ha bisogno di risistemare il bilancio e ha bisogno anche di scoprire baby talenti da provare a rivendere a caro prezzo, e pure per questo è stato promosso Geoffrey Moncada.