La vittoria dell’Atalanta per 4-1 nell’ultimo turno infrasettimanale ha complicato tanto il cammino del Milan verso la Champions League. Il sogno quarto posto per i rossoneri al momento resta ma sarà comunque una finale dopo l’altra, fino all’ultima giornata di campionato, a sancire ci vi accederà negli ultimi due posti disponibili. E allora ecco che per raggiungere questo traguardo, la squadra di Gattuso ha bisogno di tutti: dirigenti, calciatori, allenatore, tifosi e anche tifose d’eccellenza.

Già, perchè già da qualche anno ormai, a seguire costantemente i rossoneri c’è anche Angelika Del Rio, modella e personal trainer spagnola che poco più di due anni fa è stata anche protagonista del calendario del Milan. Anche coniglietta di Playboy di Angelika ci sarebbero da annoverare tantissimi progetti nella sua già grande carriera professionale, tutti legati, in qualche modo, anche al mondo del calcio. E allora vediamo nello specifico chi è Angelika in questo focus mirato su di lei: la tifosa rossonera più desiderata.

Ma chi è davvero Angelika?

Angelika è nata ad Alicante, in Spagna e ha studiato tanto nella sua vita per diventare Personal trainer. Ha raccontato di essersi avvicinata al mondo della fotografia e dello spettacolo fin da giovanissima e da ormai quattro anni si è trasferita in Italia. Specializzata in Scienze Motorie è molto attenta alla cura del fisico degli altri e ovviamente anche del suo. Adora il suo sorriso, e la scelta dei suoi outfit non è sempre generata dall’esaltazione del suo fisico.

Di Angelika Del Rio c’è ben altro: una sensualità innata, lunghi anni di studio per diventare Personal Trainer e una scioltezza totale davanti alle telecamere. Ecco perché, anche se a Milano vive stabilmente solo da 4 anni, ha già conquistato il cuore degli italiani tanto da ritagliarsi spazi in tv e sulle testate sportive del Belpaese.

Smile 💋#me#selfietime📷#home#smile#sunnyday🌞#happy#nice#❤️

A post shared by Angélika del Rio (@angelikamdr) on

La sua carriera professionale è da star

Dopo essere passata da Le Iene a La Gabbia, aver conquistato Sport Mediaset ed essere stata incoronata come una delle fotomodelle più affascinanti del momento, oggi le copertine dei magazine portano spesso il suo volto e il suo corpo davanti a tutti. Fin da giovane ha iniziato a collaborare con agenzie di spettacolo spagnole con cui ha lavorato a fondo togliendosi tante soddisfazioni importanti che l’hanno portata poi alla ribalta.

Nell’agosto 2016 è stata la cover-girl di Interview, magazine fra i più importanti della penisola iberica. Poi è stata anche testimonial per negozi sportivi vestendo i più importanti brand del settore e ha partecipato all’edizione spagnola di Uomini e Donne. Ma il grande salto è avvenuto nel 2013 quando ha approcciato al grande schermo, nei panni della comparsa nel film “Il Procuratore”. Un vero successo.

Pink lady💕#buonaseracosì#me#selfie#selfination#buonvenerdiatutti❤️

A post shared by Angélika del Rio (@angelikamdr) on

La decisione di trasferirsi in Italia

Ma da quel momento in poi arriverà la grande svolta della sua vita e forse anche della sua carriera. Angelika aveva bisogno di voltare pagine e andare via dalla Spagna ma con la ferma convinzione poi di volerci tornare. Non è stata una fuga ma una ricerca di cambiamento, un cambiamento che ha trovato in Italia dove – nel giro di qualche settimana – ha iniziato a lavorare come ballerina e come indossatrice. Una scelta coraggiosa per la modella che ha confessato di aver lavorato in passato anche come bagnina e personal trainer per cercare di capire come potesse fare per trovare altri sbocchi nel suo settore.

Quando ha avuto l'opportunità di lavorare a Milano come ballerina Angelika non ci ha pensato due volte. Ho fatto anche parte di uno sketch di Pio e Amedeo sulle Iene dal titolo “Due meridionali a Parigi” e di un altro sketch su La7 nel programma “La Gabbia”. Il suo sogno rimane quello di diventare la conduttrice di un programma di divertimento. Ha davvero tantissimi sogni e di certo non le manca la creatività e l’intraprendenza.

Il grande amore per il Milan e per il…Real

Lavoro sì, ma anche divertimento, come quello che le trasmettono i colori rossoneri. Una volta approdata in Italia infatti, è stato il Milan a riccendere il fuoco della passione calcistica in Angelika Del Rio, rendendo la squadra (allora di Vincenzo Montella) la seconda per la quale gioire e soffrire. Già, perchè in Spagna la sua presenza sugli spalti del Bernabeu per assistere alle partite del Real Madrid non è mai passata inosservata attirando attorno a sé anche le tante attenzioni dei calciatori Blancos.

Sugli spalti di San Siro ora la sua bellezza mozzafiato è certificata soprattutto da un décolleté esagerato e il lato B perfetto che è spesso motivo di “distrazione” a tal punto che secondo i soliti beninformati alcuni calciatori rossoneri avrebbero manifestato il loro interesse per la modella spagnola. Angelika ama la Spagna e non ha mai nascosto una simpatia per Juan Mata. Di recente la modella ha precisato che gli italiani l'hanno colpita per la loro galanteria e non ha escluso che in futuro possa trovare l'amore proprio nel Bel Paese.

L’esperienza da sogno per il calendario Playboy e il successo sui social

Ma tanti apprezzamenti l’ha sicuramente ricevuti quando i suoi ammiratori l’hanno potuta osservare in tutta la sua bellezza sulle pagine di Playtboy. Grazie all’approdo a Milano infatti, Angélica Menárguez Del Río – questo il suo nome completo – è approdata su Playboy con lo shooting di Gabriele Ardemagni e i followers sui social si sono moltiplicati, arrivando a toccare oggi quota 154mila solo su Instagram. “Sono entrata nella storia di Playboy e sono onorata di farne parte” dichiarò subito dopo Angelika Del Rio.

Un erotismo elegante che l’ha vista fra le protagonista del calendario 2019 di Playboy per la Spagna. Al casting, non hanno avuto dubbi. Curve da sballo e sorriso intrigante. Sceglierla è stato sin troppo facile. “E’ stata un’esperienza carina, divertente, indimenticabile” racconta con l’orgoglio di chi ha raggiunto un traguardo importante e che ora spera nel ritorno in Champions del suo Milan trainato da un guerriero come Gattuso.