Poche settimane fa si arrese al Chelsea nella finale di Europa League, ultima partita da calciatore con la maglia dell'Arsenal. Oggi Petr Cech inizia la nuova carriera da dirigente proprio con la maglia dei Blues: il club di Abramovich ha infatti ufficializzato il ritorno dell'ormai ex portiere che ricoprirà il ruolo di Technical and Performance Advisor. Un lavoro di raccordo tra la squadra e il club che gli permetterà di mantenere vivo dunque il feeling con il terreno di gioco.

https://twitter.com/ChelseaFC
in foto: https://twitter.com/ChelseaFC

Chelsea, ufficiale il ritorno di Cech da dirigente. Quale sarà il suo ruolo

Il Chelsea attraverso un comunicato ufficiale ha formalizzato il ritorno di Petr Cech allo Stamford Bridge nelle nuove vesti di dirigente. Dopo 11 anni da portiere dei Blues in cui ha vinto praticamente tutto, il classe 1982 ceco ricoprirà il ruolo di Technical and Performance Advisor. Il nuovo compito dell'ex estremo difensore sarà quello di fornire consulenza al club su tutto, e integrare e facilitare i legami tra tutte le squadre, comprese quelle dell'Academy e la dirigenza. Inoltre sarà a stretto contatto anche con la prima squadra, viaggiando al seguito dei Blues in occasione degli impegni ufficiali. Cech che sarà di stanza presso gli uffici di Cobham lavorerà a stretto contatto con il braccio destro del proprietario del club Abramovic, Marina Granovskaia.

Le prime parole di Petr Cech da dirigente del Chelsea

Grande entusiasmo da parte del diretto interessato: "Mi sento molto privilegiato di avere questa opportunità di unirmi al Chelsea FC e di contribuire a creare il miglior ambiente possibile ad alto livello per continuare il successo che il club ha avuto negli ultimi 15 anni. Non vedo l'ora che arrivi la nuova sfida e spero di poter utilizzare tutta la mia conoscenza e esperienza del calcio per aiutare la squadra a ottenere ancora più successo in futuro". Sulla stessa lunghezza anche Marina Granovskaia che ha accolto così Cech: "Siamo lieti di dare il benvenuto a Petr in casa contro il Chelsea. Durante la sua carriera da giocatore qui è stato uno dei professionisti più dedicati, di successo e premurosi che abbiamo mai avuto. Abbiamo sempre sperato che quando Petr fosse pronto per andare in pensione lo avremmo rivisto al Chelsea FC e siamo entusiasti di aggiungere la sua esperienza e conoscenza del gioco allo staff tecnico"