Dopo la parentesi italiana di Antonio Conte e Maurizio Sarri, il Chelsea si prepara ad accogliere con un abbraccio Frank Lampard. Come confermato dei tabloid i britannici, ormai non ci sarebbero più dubbi sul nome dell'ex capitano dei Blues: reduce dal debutto nella stagione con il Derby County, e pronto a prendere il posto in panchina dopo l'ultima esperienza di un manager inglese a Stanford Bridge (Bobby Campbell), ormai risalente al periodo 1988-1991.

Secondo il "Sun", quello della bandiera del Chelsea non sarebbe però l'unico grande ritorno. Insieme a lui, troverebbe posto nel suo staff anche l'indimenticato Didier Drogba e l'ex centrocampista della formazione londinese Jody Morris: che sarà il vice di Lampard, proprio come è già avvenuto nello scorso campionato di Championship sulla panchina dei "Rams". Nell'organigramma del nuovo tecnico, non ci saranno invece John Terry (destinato a rimanere all'Aston Villa) e Gianfranco Zola: pronto a lasciare, dopo aver fatto il secondo a Sarri.

L'indizio social del Chelsea

Nei piani di Lampard l'ex bomber ivoriano dovrebbe allenare il reparto attaccanti del Chelsea, con Shay Given (anche lui collaboratore al Derby) che si occuperà invece dei portieri. "Frank ha fatto bene al Derby e lo ha portato a un passo dalla promozione – ha dichiarato in tempi non sospetti Drogba – Penso che sia una buona opzione per il Chelsea. Deve aspettare fino a 40-50 anni per allenarlo? Se si sente pronto, non penso che sia troppo presto per lui".

Un ulteriore indizio dell'imminente ritorno di Frank Lampard a Londra, lo ha postato la stessa società di Roman Abramovich nelle scorse ore. Sul profilo ufficiale di Twitter, il club ha infatti celebrato l'anniversario dell'arrivo al Chelsea dell'ex giocatore con una foto che risale al 14 giugno 2001. Una data suggestiva, che di fatto anticipa l'emozionante rimpatriata di Lampard 18 anni dopo la sua firma con i Blues.