18 Agosto 2017
20:07

Chelsea, Conte scoppia a ridere in conferenza: “Diego Costa? Tutti sanno cosa è successo”

Il tecnico del Chelsea ha definitivamente chiuso la questione Diego Costa nella conferenza stampa pre Tottenham ed è scoppiato a ridere in seguito alla domanda sul suo ex giocatore.
A cura di Vito Lamorte

L'Inghilterra scopre Antonio Conte. Dopo essersi fatto conoscere per il suo lavoro sul campo nella scorsa stagione e la vittoria del titolo con il Chelsea, ora il "circo mediatico" della Premier League sta iniziando a conoscere il lato da comunicatore dell'ex commissario tecnico della Nazionale italiana. La sconfitta contro il Burnley ha fatto suonare più di un campanello d'allarme e il derby con il Tottenham alla seconda giornata non è proprio la gara che ci vuole per rialzarsi da questo tipo di situazioni ma a tenere banco nella conferenza stampa pre-gara  è il caso Diego Costa.

Il centravanti spagnolo ha concesso un’intervista al Daily Mail in cui ha accusato il club inglese di averlo "trattano come un criminale" e quando viene ricordato il virgolettato l’allenatore italiano scoppia a ridere, ripetendo più volte la parola "Great" e ha risposto in maniera piuttosto dura: "Tutti coloro che sono al Chelsea sanno che cosa sia accaduto la scorsa stagione. Non ho intenzione di parlare ancora di Costa. Per me è il passato". Subito dopo è intervenuto Steve Atkins, responsabile della comunicazione del Chelsea che ha voluto chiudere la parentesi sull'attaccante: "Antonio non ha altro da dire sulla vicenda e anche il club non commenta".

https://youtu.be/Bq56RAH-0Eo

Conte sul Tottenham: Squadra con un progetto

Il manager del Chelsea parla della sfida di Wembley con il Tottenham di Pochettino e afferma:

Il Tottenham ha lavorato bene in questi anni. Ha posto basi importanti. Pochettino guida gli Spurs dal 2014 e ha avuto la possibilità di curare un progetto. Noi non abbiamo queste fondamenta, con l’aggravante che nelle ultime stagioni sono stati persi calciatori importanti. Voglio aiutare il Chelsea ad impostare un programma come è avvenuto al Tottenham. Serve tempo, almeno tre anni. Il mio contratto scade nel 2019, ma se condividiamo la visione delle cose, possiamo andare avanti insieme. La situazione attuale? Ora la mia visione è quella di impegnarmi al massimo per migliorare la squadra. Il Chelsea non ha mostrato pazienza in passato? Posso rispondere che serve chiarezza per lavorare al progetto.

Conte parla del mercato: So che devo migliorare la rosa

Infine una battuta sul mercato che sta conducendo la sua squadra, facendo riferimento anche a cessioni non proprio illustri ma piuttosto affrettate: "Se mi aspetto novità entro la fine di agosto? Io so che devo lavorare e migliorare la mia rosa. Il bilancio si farà a settembre. Rimpianti per le partenze di Loftus-Cheek e Chalobah? Un’altra domanda per favore".

Allegri sulle plusvalenze e la penalizzazione:
Allegri sulle plusvalenze e la penalizzazione: "Dobbiamo pensare al campo, non possiamo fare altro"
Conte sotto shock per la morte di Vialli, rinuncia alla conferenza del Tottenham
Conte sotto shock per la morte di Vialli, rinuncia alla conferenza del Tottenham
Cosa è successo tra Ancelotti e Gattuso a Napoli: perché non si parlano più
Cosa è successo tra Ancelotti e Gattuso a Napoli: perché non si parlano più
18.177 di Sport Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni