Le strade di Diego Costa e del Chelsea stanno per separarsi. La notizia l’ha data lo stesso attaccante, che già nei mesi scorsi era stato a un passo dalla Cina, ma i Blues non vollero rinunciare a lui perché senza il brasiliano dal passaporto spagnolo conquistare il titolo sarebbe stato molto complicato. Dopo l’amichevole tra Spagna e Colombia (terminata 2-2), il bomber ha svelato di aver ricevuto il benservito da Conte che lo ha liquidato con un messaggio; e chiaramente anche questo modo ha fatto innervosire Diego Costa:

Devo essere sincero, ho ricevuto l’altro giorno un messaggio di Conte, che mi ha detto che non faccio più parte dei suoi piani. Quindi ora devo cercarmi una squadra. Dopo tutto quello che ho fatto al Chelsea, mi ha mandato un messaggio.

Un messaggio lo ha ricevuto, un altro invece Diego Costa lo manda alla società, che adesso non deve tirare sul suo prezzo. E una frecciata il giocatore la manda a Conte, che ha deciso di liquidarlo in un amen. Il suo successore sarà il belga Lukaku, di ritorno dall’Everton:

Ora devo cercare una squadra e voglio giocare. Il Chelsea? Se il tecnico della squadra, che sceglie i giocatori, ti dice che non ti vuole più che puoi fare? Puoi solo andartene. Non mi hanno chiamato, sono stato io a girare loro il messaggio di Conte. Adesso loro devono vendermi e devono farlo a prezzo di saldo. Perché Conte non mi vuole più? Non lo so, avrò fatto una stagione brutta.

Il futuro di Diego Costa è tutto da scrivere. Lui dice che sarebbe felice di tornare all’Atletico Madrid, che però non può far giocare eventuali nuovi acquisti fino a gennaio. E questo è un ostacolo grosso per il giocatore che vuole arrivare in grande forma al Mondiale di Russia: “L’Atletico Madrid? Sarebbe stupendo tornarci, è un club che amo, ma devo pensarci perché stare senza giocare 4-5 mesi sarebbe duro. E l’anno del Mondiale, devo giocare e devo pensare al mio futuro”.