È finita in parità la semifinale d'andata della Carabao Cup tra Chelsea e Arsenal. Blues e Gunners non hanno fatto vita ad una bella gara e gli spunti interessanti sono stati pochi: per sapere il nome della finalista tra le due squadre londinesi dobbiamo attendere la gara di ritorno del 24 gennaio all'Emirates.

Continua il brutto trend di Antonio Conte contro l'Arsenal: l'unica vittoria dell'ex commissario tecnico dell'Italia contro i Gunners era arrivata nella gara di ritorno dello scorso campionato, quello di stasera è il primo pari e per il resto sempre sconfitte (3). L'andamento della gara e i numeri complessivi delle due squadre avrebbero favorito il Chelsea ma i ragazzi di Conte non sono mai riusciti a piazzare la zampata decisiva.

Le formazioni

Antonio Conte ha mandato in campo la sua squadra con il solito 3-5-1-1: Azpilicueta, Christensen e Rudiger a protezione di Courtois; Moses e Alonso sulle fasce con Drinkwater, Fabregas e Kanté in mezzo; Hazard a supporto di Morata. Arséne Wenger ha lasciato in panchina Alexis, lanciando Lacazette prima punta supportato da Iwobi e Welbeck; mediana a 4 con Bellerin, Xhaka, Wilshere e Maitlands-Niles e Chambers, Mustafi e Holding a difesa della porta di Ospina.

Gara intensa, poche occasioni

Non è stato un grandissimo primo tempo a Stamford Bridge: partita bloccata con poche occasioni da goal: meglio i Blues per qualità di giocate ma non ci sono state grandi palle per gli uomini offensivi. Grande densità per entrambi gli schieramenti quando la palla è dell'avversario mentre si prova subito la verticalità quando si torna in possesso. Occasioni da segnalare: una conclusione sbagliata di Lacazette da buona posizione e un colpo di testa debole di Fabregas su cross di Azpilicueta dalla trequarti.

La Heatmaps del primo tempo tra Chelsea e Arsenal. (whoscored.com)
in foto: La Heatmaps del primo tempo tra Chelsea e Arsenal. (whoscored.com)

Il Chelsea preme, l'Arsenal resiste

I Blues sono partiti fortissimo nella ripresa che prima con Christensen, per due volte, Morata e poi con Moses sono andati molto vicini alla rete del vantaggio ma la mira non è mai stata delle migliori. Dopo una prima parte di frazione arrembante per la squadra di Conte, la gara si è spenta un po' e l'Arsenal , grazie all'ingresso di Alexis Sanchez per Lacazette, è parsa più sicura e tranquilla.

Nella parte finale di questa prima gara di semifinale non è successo più nulla e tutto si deciderà all'Emirates Stadium il prossimo 24 gennaio. Se il Manchester City ha messo un'ipoteca sul passaggio del turno, per il derby di Londra c'è una gara di ritorno tutta da gustare.

Le occasioni di Blues, a destra, e Gunners, a sinistra, durante la gara. (whoscored.com)
in foto: Le occasioni di Blues, a destra, e Gunners, a sinistra, durante la gara. (whoscored.com)

Il migliore: Shkodran Mustafi

Il fatto che un difensore sia stato il migliore in campo a Stamford Bridge la dice lunga sull'andamento della gara. Il centrale tedesco non ha sbagliato un intervento e in un paio di occasioni si è sostituto ad Ospina deviando delle conclusioni a botta sicura. L'ex Sampdoria ha guidato con sapienza la difesa dei Gunners, dando sicurezza anche a Chambers e Holding.

La gara di Shkodran Mustafi in numeri. (sofascore.com)
in foto: La gara di Shkodran Mustafi in numeri. (sofascore.com)