Quando Joao Cancelo ha letto la prima pagina del quotidiano Tuttosport non l'ha prese bene. Il titolo a caratteri cubitali era dedicato a lui e alla sua presunta volontà di andare alla Juventus dopo essersi sentito ‘tradito' dall'Inter. Dopo una stagione in prestito ai nerazzurri s'aspettava che i nerazzurri esercitassero il diritto di riscatto versando i 38/40 milioni pattuiti con il Valencia. Le cose sono andate diversamente… il fairplay finanziario della Uefa e la necessità di non forzare la mano sui conti hanno costretto il club – suo malgrado – a lasciar partire il 24enne laterale destro portoghese.

Lui ha fatto i bagagli ed è tornato in Spagna: vi resterà per tutta l'estate considerato che, escluso anche dalla lista dei convocati per il Mondiale di Russia 2018, attenderà che il suo agente e la società trovino l'intesa con qualche altro acquirente. Chi? Ce n'è uno in particolare che ha mostrato grande interesse: è la ‘vecchia signora' che prova ad ammorbidire la posizione degli iberici proponendo uno sconto oppure una formula di pagamento che possa accontentare tutti. Quanto alla disponibilità del calciatore al trasferimento sembra non vi siano problemi anche se i toni non sono così entusiastici né si può dire che l'operazione sia virtualmente fatta dietro pressione del giocatore. Anzi, a giudicare dalla sua reazione s'intuisce come l'interpretazione della sue parole non sia stata gradita.

"Cancelo chiama la Juve”, è il titolo principale del quotidiano torinese che pubblica un'intervista esclusiva al difensore attualmente in vacanza con la fidanzata. Lui, più che chiamare la Juve, ha chiamato in causa il giornale pubblicando un messaggio inequivocabile sui social network. "Ma che c…o?? Quando le persone non sanno fare il proprio lavoro", ha scritto Cancelo, pubblicando la foto della prima pagina a lui dedicata. Da buon difensore, ha stoppato tutto per adesso.