Nelle ultime notizie di calciomercato che riguardano la Fiorentina torna prepotente la voce che riguarda Mario Balotelli e la possibilità di vestire la maglia viola nella prossima stagione. Pare che Mino Raiola voglia provare seriamente a riportare in Italia il suo assistito e, secondo quanto riportato dal quotidiano La Nazione, ci sta già lavorando. L'agente italo-olandese starebbe cercando una sistemazione in Serie A per SuperMario a distanza di tre anni dall'ultima volta che il calciatore classe 1990 ha giocato nel nostro campionato con la maglia del Milan.

Oltre al Brescia e al Parma, la pista più concreta per riportare in Italia Balotelli sarebbe quella che conduce alla Fiorentina, che ha messo gli occhi sull'attaccante svincolato dopo la fine dell'esperienza all'Olympique Marsiglia e vuole provare a capire se vi è la concreta possibilità di ingaggiare il 28enne.

Lo scoglio più grande resta l'ingaggio di SuperMario

Dell'ipotesi hanno parlato Joe Barone, braccio destro di Rocco Commiso, e l'allenatore della Viola, Vincenzo Montella, e il dirigente non ha chiuso all'ipotesi di portare Balotelli a Firenze ma il problema maggiore riguarda l'ingaggio dell'ex Inter e Milan. Il tecnico napoletano, in un'intervista rilasciata nei giorni scorsi, ha sottolineato "le grandi qualità del calciatore" ma ha invitato alla prudenza perché "ci sono tanti ragionamenti da fare". Sul fronte societario c'è disponibilità per l'operazione ma pesano le richieste in tema di ingaggio: i circa 4 milioni di euro che SuperMario vorrebbe guadagnare sono troppi per la Fiorentina e quindi sarebbe necessario un ‘sacrificio' per poter perfezionare l'eventuale operazione (comunque non in tempi immediati).

La pista che porta Balotelli a Firenze resta viva perché tra un anno ci saranno gli Europei e la vetrina della Serie A potrebbe decisamente aiutare l'attaccante molto legato al CT Roberto Mancini, che potrebbe invogliarlo a tornare per vederlo da vicino e valutarlo in vista del torneo continentale.