Il Chievo ha ceduto quattro calciatori in una sola giornata: Bani, Jaroszynski, Cacciatore e Depaoli, quattro difensori che resteranno tutti in Serie A. Era prevedibile che questi giocatori rimanessero nel principale campionato, ma le cessioni sarebbero state affrettate perché, secondo quanto riferisce Sky, il club del presidente Campedelli ha bisogno di milioni per iscriversi al prossimo campionato di Serie B.

I difensori ceduti dal Chievo nel calciomercato estivo

In un solo giorno il club veronese ha ceduto quattro giocatori a titolo definitivo, uno di questi aveva già lasciato il club mesi fa. Il laterale destro Depaoli è passato alla Sampdoria, che già lo aveva inseguito lo scorso gennaio. Sempre a Genova, ma sponda rossoblu, giocherà il polacco Jaroszynski, altro esterno difensivo. Il Bologna invece ha preso Bani. Il Cagliari ha esercitato il diritto di riscatto per Cacciatore.

Quanto ha guadagnato il Chievo con le cessioni

Depaoli è stato pagato 4,5 milioni di euro dalla Sampdoria, che a breve ufficializzerà Di Francesco. Il Bologna invece ha dovuto sborsare 2,7 milioni per Bani. Jaroszynski invece è stato pagato 4 milioni dal Genoa, che inizia così il mercato dell’era Andreazzoli. Mentre il riscatto di Cacciatore è costato 1,5 milioni al Cagliari. La somma complessiva di queste operazioni è di 13 milioni. Sky ha riferito che questo poker di operazioni in uscita permette al Chievo di trovare le risorse necessarie che servono al club per iscriversi al prossimo campionato di Serie B. Per questo il presidente Campedelli ha accelerato le trattative in uscite.

Marcolini è il nuovo allenatore del Chievo

Dopo una lunga carriera da calciatore, nove anni in Serie A, cinque stagioni con il Chievo, Michele Marcolini rapidamente ha intrapreso la vita da allenatore. Ha guidato già tante squadre il tecnico, che nelle ultime due annate da subentrato è sbalorditi. Ora cercherà di sfruttare la grande chance che gli ha dato il Chievo.