L’Ajax, come sempre, sforna talenti. I due gioielli di quest’ultima nidiata sono il difensore de Light, obiettivo di mercato di tutte le big d’Europa, compresa la Juventus, e l’attaccante Frenkie de Jong su cui si è scatenata un’asta a due. Il Barcellona sembrava favorito, ma alla fine il giocatore ha preferito l’offerta del Paris Saint Germain, che ha proposto più soldi al calciatore e ai ‘Lancieri’. De Jong sarà un giocatore dei francesi la prossima stagione, probabilmente toglierà il posto a Cavani.

De Jong e l’accordo (non rispettato) con il Barcellona

Il club catalano, che storicamente ha un legame con il calcio olandese, mesi fa si era tuffata subito su de Jong e, secondo quanto riferiscono i media spagnoli lo avevano fatto anche perché sapevano che sul calciatore c’era il Manchester City di Guardiola. La firma sul contratto non c’è mai stata, ma il giocatore si era detto felicissimo di giocare con uno dei club più forti al mondo e al fianco di Leo Messi. I buoni rapporti tra le due società sembravano rendere semplice la trattativa.

Il bomber dell’Ajax e il sì al PSG

Il Paris, che vuole giocatori giovani e forti, ha rilanciato e fatto una grande offerta all’Ajax (75 milioni di euro) e al giocatore, che ha trovato l’accordo con il club più ricco di Francia. Forse de Jong preferiva giocare con Neymar o Mbappé, o forse la proposta economica era molto migliore. In Spagna de Jong è stato definito un traditore, senza mezzi termini, dai media catalani che hanno preso male questo dietrofront. Il giocatore intanto non si è sbilanciato e sul suo futuro, parlando con ‘Fox Sports’, ha detto:

Non ho ancora preso una decisione ma voglio chiarire la mia situazione presto. Non so se la renderò pubblica. Quando sono stato a Barcellona la gente ha subito iniziato a dire che sarei andato lì a giocare ma non era così. Tutti sanno che penso che il Barcellona sia un club magnifico ma non so se la mia carriera debba diventare un tour per l'Europa.