Se l'Inter riuscirà nell'affondo per Edin Dzeko – e i continui contatti con Silvano Martina, procuratore del bosniaco ne sono un effettiva evidenza – la Roma avrebbe individuato già il sostituto in attcco. Si tratterebbe di Mariano Diaz che ha già dato la sua disponibilità di massima a indossare il giallorosso, ed è un profilo più che gradito a Fonseca. Resta però da capire quanto chiederà il Real Madrid per il cartellino dell’attaccante classe 1993 che nei giorni scorsi ha rifiutato la corte del Monaco. L’amichevole Roma-Real Madrid di domenica sera potrebbe essere l’occasione buona per chiudere l’affare e permettere così anche a Schick di andare in prestito al Borussia Dortmund.

Se l'Inter paga per Dzeko, arriva Mariano Diaz

Al momento quello di Mariano Diaz  è il nome in pole per raccogliere l’eventuale eredità di Dzeko che ha già un accordo di massima con l'Inter e attende solamente l'ok da parte dei capitolini. Una avventura che vederebbe il bosniaco entrare nel gruppo di Antonio Conte formando un attacco di peso ed esperienza insieme a Lautaro Martinez e Romelu Lukaku.

Icardi e Higuain più lontani

Ci sarebbero altre alternative più interessanti ma il problema sono le trattative con gli altri club italiani. C'è Icardi che è un nome che piace molto ma non sembra intenzionato a trasferirsi in Capitale e poi c'è Higuain: il Pipita però continua a non dare segnali di apertura al trasferimento in giallorosso. Una scelta dunque che ricade su Mariano, con Petrachi che proverà a chiudere nelle prossime ore se l'Inter si avvicinerà ancora un po' alla soglia dei 20 milioni, cifra per la quale Dzeko partirà.

La bocciatura di Schick

La Roma in realtà avrebbe anche la soluzione interna ma non verrà praticata. Nemmeno il mental coach ingaggiato è servito a ridare autostima e fiducia a Patrick Schick che è stato definitivamente bocciato dal nuovo allenatore della Roma Fonseca, privo di fame e cattiveria agonistica.