Il Real Madrid ha vinto sul campo del Betis ridando linfa alla propria classifica in Liga ma senza scacciare le polemiche. Perché il successo è arrivato solamente nel finale (all'88') e con in campo una formazione in cui Solari ha inserito diversi giovani lasciando in panchina – malgrado i tanti infortunati – due assi del calibro di Isco e Marcelo. Un segnale forte da parte del tecnico che però ha scosso anche la dirigenza.

Florentino Perez sarebbe infatti infastidito e non poco dalla gestione Solari che starebbe porgendo il fianco alle speculazioni di mercato sui top player scontenti nella rosa del Real Madrid. E non sono pochi: da Isco a Marcelo, da Modric a Benzema sono tanti i campioni che titillano l'interesse generale con diverse società pronte a piombare con offerte precise e dirette.

Le scelte di Solari e i giovani in campo

Il successo sul Betis ha permesso al Real Madrid di incamerare tre punti importanti in trasferta ma Solari non ha allontanato le polemiche su come sta gestendo lo spogliatoio, sempre più una polveriera pronta ad esplodere e coinvolgere tutto e tutti. Vedere Marcelo e Isco in panchina per 90 minuti è stato un segnale chiaro: per loro in questo Real non c'è posto. Nemmeno se mezza squadra è in infermeria.

Non è passato inosservata la formazione scesa in campo. C'erano tantissimi assenti, tutti infortunati: Asensio, Bale, Courtois, Kroos, Llorente, Vazquez eppure non c'è stato spazio per Isco o Marcelo cui sono stati preferiti  Cristo Gonzalez (1997) e Brahim Diaz (1999) all'esordio in Liga. Riaprendo ai rumor di mercato che stanno facendo impensierire Perez.

Quanto costano Isco e Marcelo

Isco è oramai un elemento estraneo, il nazionale spagnolo non trova più spazio con Solari e il suo futuro appare certo: con il Real il rapporto si è definitivamente crepato. Anche Marcelo è oramai ai titoli di coda evidenziando un disagio dal giorno della partenza di Cr7 alla Juventus. Entrambi oggi hanno clausole impossibili: Marcelo circa 400 milioni, Isco 700 milioni, difficile pensare ad uno sconto da parte del Real.