Nella rivoluzione del Real Madrid che è in pieno svolgimento in queste settimane non ci sarebbe più posto nemmeno per la bandiera delle bandiere merengues: Sergio Ramos. Notizie che arrivano direttamente dalla Spagna, infatti, vorrebbero il centrale difensivo e capitano dei Blancos sull'uscio di porta con la valigia in mano. Il mercato propone diverse soluzioni per il giocatore, che preferirebbe erò restare in patria.

A riportare per primo la notizia è stato "El Chiringuito" che ha sottolineato come si sia strappato il filo che legava Ramos alla società. I problemi sono sbocciati in seguito alla clamorosa eliminazione in Champions League da parte dell'Ajax che ha sbattuto fuori malamente dalla Coppa i campioni in carica.

L'eliminazione in Champions

Un diverbio pesante con il presidente del Real Madrid, Florentino Perez e poi tante incomprensioni all'interno di uno spogliatoio che è apparso troppo spesso alla deriva. Anche i cambi di allenatore non hanno agevolato a riportare serenità ad un ambiente in cui Sergio Ramos rischia di non riconoscersi più come guida e il club ha difficoltà nel lasciargli i gradi da capitano.

Psg, United e la Juve di Cr7

Le possibili mete non mancano e nemmeno le suggestioni. In prima fila per averlo ci sarebbero Manchester United e Paris Saint-Germain, che avrebbero già provato ad allacciare contatti durante la stagione. Ma adesso si è aggiunta un'altra società, la Juventus di Cristiano Ronaldo. Cr7 ha sempre mantenuto un ottimo rapporto con il suo ex capitano e pensare di poterlo portare a Torino in bianconero è un'idea che alletta il portoghese.

Il problema principale: clausola da 800 milioni

Come profilo Sergio Ramos è un giocatore che interessa alla Juve per esperienza, capacità, qualità. Un elemento di certo di spicco per ridare l'assalto alla Champions League. Ma c'è un problema non da poco e di natura economica: Ramos è sotto contratto con il Real fino al 2021 per un ingaggio da 12,5 milioni a stagione, con una clausola rescissoria di 800 milioni.