Neymar è sempre più lontano da Parigi e dal Psg, il brasiliano resta ai ferri corti con la dirigenza del club francese e soprattutto con il connazionale Leonardo con cui non ha ancora aperto al dialogo e (forse) mai lo farà. Il neo direttore generale ha le idee chiare al riguardo: Neymar ha un contratto, è un giocatore del Psg, è stato pagato oltre 220 milioni e al momento non ha ancora reso quanto avrebbe dovuto. Leonardo sta curando gli interessi della società, non valuta al momento offerte e proposte (anche perché ufficialmente si è solo alle chiacchiere).  Il brasiliano, dal canto suo,  continua a rimanere irremovibile nella volontà di lasciare Parigi e tornare al Barcellona, e si è rifiutato di incontrare il connazionale e dg incrociato sul terreno di gioco in Cina, tanto da non rivolgergli nemmeno un saluto.

Mercato Barcellona: mancano tempo e soldi

La situazione è critica, anche perché oramai è iniziato agosto e il calciomercato non aspetta. Se a luglio poteva essere credibile una super manovra di rientro, oggi con gli affari già conclusi tutto appare più complesso e complicato. Il Barcellona ha mantenuto fede all'acquisto fatto in tempi non sospetti, ingaggiando Griezmann dall'Atletico Madrid e sta lavorando per qualche cessione importante. Alcuni giocatori sono già partiti (Malcom, per 40 milioni, in Russia) altri (Coutinho, Dembelè, Vidal, Rakitic) potrebbero farlo presto.  Anche perché al momento non c'è posto (nè soldi) per Neymar.

La proposta del Psg, perché Neymar non partirà

Il Psg questo lo sa e davanti al mal di pancia del brasiliano pensa ad altro con un calciomercato che guarda altrove. Neymar ha ancora due anni di contratto, la proposta del Psg (e di Leonardo) è chiara: per quest'estate non se ne fa nulla, con la promessa che a fine stagione si aprirà una tavola rotonda. Le premesse al momento non ci sono: la dirigenza del Psg chiede esclusivamente contanti (tanti quanti ne hanno spesi all'acquisto) e nessuna contropartita del Barcellona. Il club catalano non ha liquidità sufficiente e pensare di riuscire a cedere 3-4 top player al giusto prezzo e chiudere per Neymar entro fine agosto appare oramai una missione impossibile.