Neymar sembra da giorni a un passo dall'addio. Il Paris Saint Germain pare debba decidere se cederlo al Barcellona o al Real Madrid. Certezze assolute non ce ne sono, anche se il brasiliano non ha molta più voglia di giocare in Ligue 1. Alla vigilia della seconda partita del campionato francese il tecnico Tuchel ha cambiato le carte in tavola dicendo che Neymar resterà, il giocatore non è stato convocato solo perché non è ancora in grado di giocare: "Si allena solo da una settimana, non è ancora pronto. Se dovesse partire non dormirei la notte".

Tuchel toglie dal mercato Neymar

L'allenatore tedesco ha blindato Neymar, in conferenza stampa ha ribadito che il giocatore non si muoverà, per lui nulla è cambiato e per vincere, magari anche la Champions, il Paris ha bisogno del suo numero 10. Tuchel è stato chiaro e per essersi esposto in questo modo probabilmente ha delle grandi certezze:

Non so se il tempo cambierà le cose, la finestra di trasferimento si chiuderà presto, ma per me non è cambiato nulla. Neymar è un mio giocatore, quando penso a una squadra forte, penso a una squadra con Neymar. La nostra relazione è la stessa, semmai c'è tra lui e il club. E se non c'è soluzione rimane con noi, ha un contratto di tre anni con il Psg.

Proteggerò sempre Neymar

Tuchel è un tecnico poco loquace, che non concede spazio alle emozioni, ma questa volta è stato sincero e ha parlato del lato umano di Neymar, un ragazzo sensibile che vuole ancora continuare ad allenare. L'allenatore del PSG vuole Neymar più aggressivo che giochi sempre con grande intensità, e questo chiede in realtà a tutta la sua squadra:

È un ragazzo sensibile, lo proteggerò sempre e lo spingerò a unirsi alla nostra squadra con la migliore mentalità possibile. Voglio un Neymar più aggressivo, con gare ad alta intensità. Vorrei che tutta la squadra giocasse così, sarà la nostra sfida.