Se è vero che il calciomercato estivo ha chiuso i battenti alle 23 del 31 agosto impedendo alle squadre di chiudere ulteriori contratti di trasferimento da altre società è pur vero che continua ad essere prolifero un mercato ‘parallelo' fatto da giocatori svincolati. Cioè quei giocatori che hanno chiuso il proprio contratto di lavoro con una società e al momento della scadenza del calciomercato si ritrovano senza accordi. Per loro, la possibilità di trovare una squadra resta invariata visto che il regolamento Figc lo prevede mettendo a disposizione per ogni club due posti nelle rose. Così il Palermo ha potuto cercare il proprio attaccante anche successivamente al gong delle 23: si trattava di Bergessio ex Catania e Samp, che stava per firmare con la società quando il presidente Zamparini ha bloccato tutto.

Trattativa nella notte – Gonzalo Bergessio, bomber argentino con un passato nelle file delCatania e attualmente svincolato dopo l'esperienza con l'Atlas, in Messico aveva trovato il suo Eldorado nella notte tra mercoledì e giovedì. Mentre tutti dicevano no a Zamparini (da Balotelli a Cassano) e al suo Palermo e le lancette del calciomercato giungevano alle 23,  i dirigenti rosanero hanno studiato la mossa a sorpresa: rivolgersi alla lista degli svincolati per i quali non c'è lo stesso termine. Così, hanno trovato il nome dell'argentino.

Il comunicato del Palermo – Davanti alla scelta di ingaggiare l'argentino, Zamparini ha fermato tutto e tutti facendo saltare l'affare. Il presidente rosanero ha poi rilasciato un comunicato polemico nei confronti dei media che hanno criticato il mercato della società

"Il nostro mercato era condizionato dalle cessioni di Sorrentino, Gonzalez, Lazaar, Maresca, Vazquez e Gilardino. Al posto di Gonzalez è stato ceduto Struna e siamo contenti di aver tenuto il difensore costaricano. Pertanto con il nuovo Direttore Sportivo Daniele Faggiano la società ha operato nel seguente modo: In uscita per fine contratto Sorrentino ed in entrata Posavec, Marson e Fulignati. In uscita Struna ed in entrata Rajkovic. In uscita Lazaar ed in entrata Aleesami. In uscita per fine contratto Maresca ed in entrata Bruno Henrique, Bouy, Gazzi. Cessione di Vazquez ed in entrata Sallai, Embalo, Bentivegna e Lo Faso. Cessione di Gilardino ed in entrata Nestorvski e Diamanti. 

Riassumendo: per un totale di sei uscite, abbiamo operato dodici operazioni in entrata non conteggiando Posavec e Marson già in organico nella stagione 2015/2016. Siamo certi di aver rinforzato in maniera importante sia la difesa che il centrocampo. In attacco non siamo riusciti a completare l’acquisto di un giocare determinante che, oltre a Diamanti, insieme a Nestorovski compensa ampiamente l’uscita di Gilardino. 

Dispiace che per i media il Palermo non abbia operato per rafforzarsi. Per noi l’ha fatto nell'ottica che il nostro allenatore attui un gioco propositivo nel quale crede e per il quale ha sostituito Iachini".

Chi è Bergessio – Il trentaduenne argentino, oltre a quella del Catania, in Italia aveva già vestito anche la maglia della Sampdoria per un totale di 127 presenze in Serie A e 39 goal. E' un attaccante esperto, che aveva militato nell'ultima stagione in Messico tra le ila dell'Atlas dal quale si era liberato ad inizio estate. Un giocatore che in rosanero avrebbe potuto ritrovare il modo di rendersi utile visto che il Palermo manca proprio in avanti di qualità. Partiti Vazquez alla volta del Siviglia e Gilardino a Empoli, Zamparini ha stentato a ritrovare lo smalto dei giorni migliori senza riuscire ad acquistare un nuovo gioiello.