La concentrazione è sul concludere l'attuale stagione nel migliore dei modi. Tutti gli obiettivi purtroppo sono saltati e al Napoli non resta che dare un senso a tutto con un finale positivo. Che sarebbe un ottimo viatico per rilanciare le aspettative dal prossimo anno. Intanto, però si sta lavorando anche sul piano del calciomercato perché qualcosa si muoverà in estate. Come per il brasiliano Allan che da tempo è sul taccuino del Paris Saint Germain, club che lo aveva cercato già in inverno.

Proprio dalla Francia, in queste ore si sarebbe svelato anche un retroscena fino a questo momento inedito: il calciatore brasiliano avrebbe dato il proprio consenso al trasferimento in Francia dai parigini con cui avrebbe addirittura un pre accordo, anche se in forma verbale. Il problema sarà De Laurentiis, il patron che storicamente non apprezza questa tipologia di approccio e che richiede un prezzo altissimo per la cessione del giocatore: i 40 milioni messi sul tavolo dal Psg sono pochissimi.

La corte al brasiliano

Allan via da Napoli potrebbe diventare una realtà e da tempo si sta capendo come il rapporto tra il centrocampista e il club si sia interrotto senza più la possibilità di ricomporsi. Il giocatore ha un ottimo mercato in uscita e a gennaio aveva interessato moltissimo il Psg tanto che sembrava fosse cosa fatta il passaggio in Ligue1 sotto la Torre Eiffel. Poi tutto sfumò con De Laurentiis che pretese almeno 100 milioni.

Perché Allan è una priorità del Psg

Ma Allan resta una priorità per il club di Nasser Al Khelaifi, che a fine stagione perderà Rabiot e che non è rimasto soddisfatto del rendimento di Paredes. Nel brasiliano del Napoli, Tuchel, sicuro di riconferma, ha individuato la mossa vincente per rinsaldare la mediana e garantire più qualità. Nessun problema: il Napoli è pronto anche a trattare ma non alle condizioni dei parigini.

I due nodi da sciogliere

Il pre accordo con il Psg

Allan non verrà trattenuto contro voglia ma ci sono due ostacoli che adesso dovranno essere superati dal Psg e che portano entrambi il nome di De Laurentiis. Il presidente dei partenopei non apprezzerà di certo se la notizia di un eventuale pre accordo tra il giocatore e il club francese venisse confermata. Un atteggiamento che già in passato il numero uno del club ha punito facendo muro e che potrebbe ripetere il medesimo atteggiamento anche con Allan.

La cifra troppo bassa

Poi, c'è la questione del valore del giocatore. Allan in quest'ultima stagione ha confermato di poter giocare a certi livelli con continuità raggiungendo anche la nazionale verdeoro. Ma non vale 40 milioni, la cifra al momento messa sul piatto dal Psg. Troppo pochi, perché si muova da Napoli ci vorrà una cifra almeno del doppio per spingere De Laurentiis ad aprire una trattativa.