Ci sono novità nel calciomercato invernale del Napoli. In uscita: il terzino Elseid Hysaj ha iniziato a perdere posizioni nelle gerarchie del Napoli sotto Carlo Ancelotti e sta vedendo sempre meno il campo. Motivo per il quale gli starebbe stretta l'attuale situazione sotto il Vesuvio. Tanto da chiedere l'eventuale cessione qualora il tecnico non cambiasse opinione al riguardo.

Ad alzare il tiro e l'allarme è lo stesso procuratore del giocatore che non ha escluso di valutare eventuali proposte qualora arrivassero nella sessione invernale. Il terzino albanese è rimasto in panchina in quattro delle ultime cinque partite ed è stato titolare soltanto in un'occasione in Champions League, alla prima partita con la Stella Rossa. Troppo poco per far finta di nulla.

Se tutto resta così, chiederà la cessione

Soprattutto perché il turn-over di Ancelotti vorrebbe che tutti i giocatori trovassero spazio e considerazione all'interno delle tre competizioni che il Napoli deve onorare: campionato, Coppa Italia, Europa League. L'agente dell'ex Empoli, Mario Giuffredi, ha anche minacciato la cessione, vista la situazione molto delicata che si è venuta a creare negli ultimi mesi e che non piace certo al difensore.

Hysaj non merita questo trattamento, vista la correttezza professionale che ha avuto fino ad oggi: in estate poteva andare con Sarri al Chelsea, ma Ancelotti ci disse apertamente che lo stimava.

Sarri lo aveva chiesto per il Chelsea

Il problema non è da poco: Hysaj è infastidito dalle mancate attenzioni dopo aver rifiutato l'estate scorsa di trasferirsi lontano da Napoli. Aveva avuto un'offerta chiara e definita dal Chelsea, per giocare in Premier, richiesto ad Abramovich dallo stesso Maurizio Sarri. Oggi, quel mancato trasferimento prende le forme del rimpianto.

L'agente ha spiegato che non c'è alcuna intenzione di forzare la mano alla società nè la voglia di intavolare un'asta al rialzo con conseguente braccio di ferro. C'è solamente la richiesta di poter ritornare nel lotto dei titolari e trovare più spazio in campo, adesso la palla passerà ad Ancelotti che dovrà spiegare a club e giocatore le proprie future intenzioni.