Dopo il pareggio di Champions League contro i campioni d'Europa, Insigne e compagni hanno incontrato Aurelio De Laurentiis per tentare di mettere fine ad un teatrino nato dall'ammutinamento dei calciatori di Ancelotti e concluso dalla richieste di multe salate da parte del patron. Tra chi è sinceramente pentito di ciò che ha fatto e chi è ancora un po' arrabbiato con il presidente, c'è anche chi si sta comportando come se nulla fosse.

È il caso di José Maria Callejon, che secondo i colleghi de ‘Il Mattino' sarebbe stato in disparte nella riunione tra la squadra e De Laurentiis. Come se la sua avventura a Napoli fosse ormai ai titoli di coda. Come riportato dal quotidiano napoletano, lo spagnolo avrebbe infatti già in tasca un contratto triennale con il Dalian Yfang: società del massimo campionato cinese, diventata ormai una succursale di Castel Volturno grazie alla presenza di Hamsik e Benitez.

Un'offerta irrinunciabile

Salvo clamorosi colpi di scena o dietrofront, Callejon dovrebbe dunque lasciare la Serie A nel prossimo gennaio e sposare il progetto cinese. Il giocatore ex Real Madrid non sarebbe infatti soddisfatto delle proposte di rinnovo del club partenopeo (disposto a versare 3 milioni per 2 stagioni). L'offerta dei cinesi sarebbe invece molto allettante e simile a quella proposta a Marek Hamsik: ovvero 30 milioni in 3 anni.

Il trentaduenne nativo di Motril, in scadenza di contratto nella prossima estate, è dunque intenzionato a salutare Napoli dopo sette anni. Di fronte a questa situazione, con un rinnovo difficile da trovare, anche il club campano si è messo nell'ordine delle idee di veder partire il proprio numero 7. Tra Dalian e calciatore un accordo c'è già. Per sancire il trasferimento di Callejon in Cina, ora manca soltanto la stretta di mano tra le due società.