Movimenti costanti in casa Milan. Mentre la concentrazione per le prossime ore è esclusivamente alla Supercoppa Italiana in programma questa sera contro la Juventus, primo trofeo 2019 in palio su cui provare a mettere le mani, il calciomercato resta monitorato dai dirigenti rossoneri per garantire a Gattuso elementi ulteriori in rosa per poter concludere la stagione nel miglior modo possibile.

Alcuni sono già arrivati e pronti all'uso, come Paquetà, altri potrebbero partire (leggasi soprattutto Higuain, vero problema attuale per il Milan da risolvere il prima possibile), altri potrebbero arrivare o partite. Tra questi, c'è anche Antonio Donnarumma, il terzo portiere più pagato della Serie A sul quale sarebbe ritornato l'Olympiakos, club che ne aveva chiesto l'ingaggio già l'estate scorsa.

Antonio Donnarumma verso l'Olympiakos

Una sacrificio che il Milan potrebbe anche accettare di fare in questa sessione invernale. Donnarumma pesa sul bilancio con uno stipendio da 1 milione a stagione dall'estate 2017 e vedendo il comportamento ottimo del fratello Gianluigi e di Pepe Reina, il ruolo da terzo portiere potrebbe essere affidato senza alcun patema particolare al giovane  classe 2000 Alessandro Plizzari, numero uno della Primavera.

Mercato giovane: chi è Tiago Djalò

A proposito di giovani da valutare e valorizzare, gli occhi si sono soffermati anche su un altro classe 2000: Tiago Djaló, difensore portoghese dello Sporting Clube de Portugal. Sul giocatore, in scadenza di contratto a giugno con il club di Lisbona, c’era anche la Lazio ma i rossoneri sembrano essere la società maggiormente interessata. Possente (190 centimetri), di personalità e duttile tatticamente (come esterno destro o centrale) non ha mai debuttato in prima squadra maturando però una eccellente esperienza con la Primavera in due stagioni di Youth League.