Per il Milan un po' di sole. Anche se sarà gennaio. Perché nella sessione di mercato invernale ci dovrebbe esser un arrivo sicuro: è quello annunciato di Lucas Paquetà, che ha ammesso di essere oramai ad un passo dal club rossonero che lo stava inseguendo dalla scorsa estate. Una trattativa andata in porto: si dovrà solamente stabilire le date del trasferimento.

Il giocatore ha già detto che lascerà il Flamengo perché l'avventura italiana lo attende e tutto sembra oramai pronto. Si è sposato, ha chiuso la stagione brasiliana e ora si appresta a sfidare la sorte: per Gattuso una lieta novella vista la moria di giocatori fermi in infermeria. Per la squadra un inserimento di prospettiva che potrebbe diventare utile sin da subito.

Ringrazio, perché mi ha formato come uomo, come professionista, che ha fatto sì che potessi realizzare i miei sogni. Provo soltanto gratitudine

L'addio al Flamengo. Nell'ultima conferenza stampa Paquetà ha confermato quanto si diceva da tempo: vestirà il rossonero del Milan, l'avventura brasiliana è alla fine adesso inizia quella d'Europa. Ha già avuto contatti diretti e indiretti con il mondo rossonero. Juan e Kakà lo hanno rassicurato sulla bontà della scelta e così Paquetà si è convinto: "Andrò in Italia a dicembre per risolvere alcune cose. Poi, si attenderà la parentesi di gennaio, infine il nuovo ingaggio".

La paura di diventare grandi. Paquetà ha ovviamente ringraziato il Flamengo, squadra attraverso cui si è ritrovato cresciuto e maturato umanamente e calcisticamente: "Ho parlato con mia moglie, con mia madre, e ho confessato loro di aver paura di lasciare il Flamengo. Questa è una sensazione che non ho mai vissuto e per questo sono un po' angosciato. Ma ho la sicurezza di aver lasciato un'ottima impressione qui e di fare benissimo dove andrò"