Il Milan sta lavorando in maniera costante sul mercato per consegnare a Marco Giampaolo una rosa competitiva fin da subito. Nel mirino dei rossoneri ci sono Jordan Veretout e Gianluca Mancini, ma prima di provare a piazzare dei colpi in entrata il club meneghino deve pensare a cedere. Si tratta di questioni numeriche, di rosa e di bilancio: alla società del presidente Scaroni serve un tesoretto da poter reinvestire sul mercato e se in sei hanno già salutato il gruppo (Mauri, Abate, Zapata, Bakayoko, Montolivo e Bertolacci) ce ne sono altri che hanno la valigia pronta e presto lasceranno Milanello.

Il principale indiziato è Gigio Donnarumma che potrebbe consegnare al Milan una plusvalenza importantissima ma finora è arrivata solo l'offerta del PSG e non è stata giudicata soddisfacente. Paolo Maldini e Zvonimir Boban hanno bisogno di soldi per costruire il nuovo Mila e oltre al portiere napoletano un altro indiziato a partire sarebbe Suso: lo spagnolo è stato tolto dal mercato da Giampaolo ma è uno degli uomini che può portare un buon gruzzolo di soldi in dote.

Kessié, Cutrone e Biglia pronti alla cessione

I nomi da segnare per l'addio quasi certo sono quelli di Franck Kessié, Lucas Biglia, Ricardo Rodriguez, Diego Laxalt, Samu Castillejo e, con molta probabilità, anche Patrick Cutrone. Sarebbero questi i "sacrificabili" segnalati da tecnico e dirigenza per cercare di fare cassa.

Con l'arrivo di Bennacer e Krunic, Biglia e Kessié potrebbero far la valigie e se l'argentino ha molti estimatori, nonostante l'ingaggio elevato; l'ivoriano può esser ceduto in Premier League per una cifra vicina ai 30 milioni di euro. Fascia sinistra che verrà rivoluzionata con l'addio di entrambi i laterali della passata stagione e lo stesso discorso vale per Castillejo, che sembra molto vicino ad un probabile ritorno in Spagna. In tanti sono ancora in ferie ma è probabile che le valige non dovranno nemmeno disfarle del tutto.