Dopo sole due stagioni, Felipe Caicedo è ad un passo dal lasciare la Lazio. Le ultime notizie di mercato del club biancoceleste parlano infatti del futuro del trentenne attaccante ecuadoregno: reduce da una buona stagione (otto gol in campionato e due assist) con la squadra di Simone Inzaghi. Secondo il Corriere dello Sport, il giocatore verrà infatti ceduto dal club romano nella prossima finestra estiva per evitare di perderlo a parametro zero nel giugno 2020.

Complice anche il probabile arrivo a Roma del brasiliano Wesley (vero e proprio pallino di Igli Tare), l'ex attaccante dell'Espanyol sarà dunque costretto a fare i bagagli e a lasciare la Capitale. Sulla "pantera nera" della Lazio, ci sarebbe già l'interesse di un club degli Emirati Arabi Uniti: paese che Caicedo conosce bene, per averci già giocato nel 2014 con l'Al-Jazira di Eric Gerets.

L'opportunità di tornare in Nazionale

Nei prossimi giorni Felipe Caicedo dovrà dunque decidere quale sarà la sua prossima destinazione. L'obiettivo del giocatore, spinto anche dalla moglie, è quello di strappare un ricco ingaggio arabo anche se interessanti alternative potrebbero arrivare anche dalla Cina e dalla stessa Spagna: altro campionato che la punta biancoceleste conosce come le sue tasche.

Intanto in Ecuador sperano ancora di rivederlo con la maglia della Nazionale. Dopo aver dato l'addio ed essere rimasto fuori dai convocati per la Copa America, Caicedo ha infatti ricevuto l'appoggio dell'ex ct Alex Aguinaga: "Sono disposto a parlare con lui per convincerlo a tornare, dato che ho passato la stessa cosa che sta vivendo lui. Sono state dette cose brutte su Felipe. Tipico, quando le cose non vanno bene. Questo può colpire parecchio un giocatore, che allora potrebbe preferire non andare in Nazionale. Hernán Darío Gómez (l'attuale ct, ndr) dovrebbe cercarlo e parlargli, come fece con me nel ’99. Credo sia necessario che qualcuno contatti Caicedo".