Non c'è pace per il Real Madrid che ha iniziato il 2019 nel peggiore dei modi perdendo malamente in casa contro la Real Sociedad. Uno scivolone che ha avuto immediate ripercussioni sul mercato invernale riaprendo le porte ad un evidente malcontento generale di un gruppo incapace di fornire risultati positivi costanti nella prima stagione senza Cristiano Ronaldo.

Approfittando delle difficoltà prima con Lopetegui e poi con la gestione attuale sotto Solari, molti club si sono mossi per sondare il terreno su diversi top player in Blanco, come la Juventus che oltre all'attenzione da sempre posta nei confronti di Marcelo ha puntato gli occhi anche su Isco.

La crisi infinita del Real Madrid

Il primo anno dopo Cristiano Ronaldo resta complicatissimo a Madrid dove la Casa Blanca è investita da nuove, feroci, polemiche. I risultati pessimi in Liga sembrano infatti essere figli di un gruppo in cui c'è più di un giocatore insoddisfatto della attuale gestione tecnica. Le qualità in quadra ci sono ma le prestazioni rimangono altamente insufficienti.

Il caso più spinoso ad esempio, resta quello di Isco, centrocampista dalle ottime qualità tecnico-tattiche che è finito ai margini della squadra con l'arrivo di Solari. Il tecnico anche contro la Real Sociedad lo ha tenuto fuori dall'undici titolare nonostante le assenze degli infortunati Asensio e Bale, rimediando una cocente sconfitta al Bernabeu.

Quanto costa isco

Il giocatore piace molto alla Juventus e ad Allegri ma resta il difficile rapporto con Florentino Perez che ha blindato i suoi migliori giocatori con clausole altissime dopo lo ‘scippo' dei bianconeri di Cristiano Ronaldo. Per Isco si tratta ad esempio di una clausola rescissoria da 700 milioni di euro. Una cifra ‘impossibile' che potrebbe venire scontata solamente attraverso la volontà del giocatore di lasciare il Real e fare pressione alla società.

A chi piace Isco

La concorrenza resta spietata: c'è il Manchester City di Guardiola che può inserirsi prepotentemente nella trattativa non badando a spese, anche se sugli inglese pende la spada di Damocle del Fair Play che potrebbe limitarne il mercato in entrata fino a rientrare nei parametri economici imposti dall'Uefa.

Ritorno di fiamma di Marcelo

C'è poi l'interesse bianconero per Marcelo, esterno difensivo che piace da sempre e che era stato indicato dallo stesso Cr7 quale acquisto ‘gradito'. Se ne parla dalla scorsa estate, ma l'attuale sessione di gennaio potrebbe essere decisiva se il brasiliano manifestasse fastidio a restare a Madrid.

Quanto costa e quanto guadagna al Real

Il problema è però simile a quello di Isco: Marcelo è stato blindato con un rinnovo fino al 2022, un ingaggio da 12 milioni netti all'anno e una clausola da 180 milioni di euro.