Movimenti fondamentali per la giornata di mercoledì 7 agosto nel calciomercato italiano. Il popolo interista esulta perché avrà il suo attaccante: Romelu Lukaku che è stato ceduto dal Manchester United dopo un infinito tira e molla che durava da giugno. Questo significa che adesso la posizione interna di Mauro Icardi diventa molto più fragile. Per l'argentino c'è sempre la Juventus che a questo punto potrebbe esporsi ufficialmente: in base all'offerta economica, l'Inter deciderà se valutarla oppure fare sempre muro.

Strategia Juve: via Dybala e Mandzukic

La Juventus ha le idee chiarissime in attacco dove con Maurizio Sarri ha deciso di cambiare gli interpreti. Paulo Dybala e Mario Mandzukic sono cedibili, chi li vuole si faccia avanti perché bisogna fare posto a Mauro Icardi in uscita dall'Inter. Il piano che già nei mesi scorsi era limpido e preciso, ora è pronto ad essere finalizzato anche secondo gli ultimi movimenti di mercato. Dybala è richiesto ufficialmente dal Tottenham, Mandzukic piace molto allo United che ha perso Lukaku.

La proposta Juve per Icardi: 5 anni a 9 milioni

L’accordo tra le parti (giocatore e bianconeri) già c’è sulla base di un quinquennale a 9 milioni di euro netti a stagione. Manca l'ok dell'Inter che adesso si ritrova con il coltello dalla parte del manico con la punta rivolta a Torino. L'arrivo di Lukaku (oramai atteso entro il fine settimana) apre le porte alla gestione più tranquilla del problema Icardi. L'Inter e Conte hanno il loro attaccante, l'argentino volendo può anche restare in rosa ai margini del progetto. A decidere sarà l'Inter davanti alle offerte concrete e la Juventus dovrà agire di rimessa.

Juventus-Inter: perché sono i nerazzurri a dirigere la trattativa

I bianconeri sono in una condizione di inferiorità da quando si sono esposti per Lukaku fallendo la cessione di Dybala, il cui rifiuto allo United ha messo in serie difficoltà la Juve. Tutti sanno che l'argentino non è più parte del progetto insieme al croato Mandzukic anch'egli offerto sul mercato. Al di là delle quotazioni che per forza di cose possono solo abbassarsi, il problema potenziale altissimo è un altro: la Juventus oramai deve esporsi per Icardi.

Lukaku-Dzeko: affare da 100 milioni

Tenersi in rosa due scontenti e poco desiderati (insieme a Higuain) non è in progetto, così ora l'offerta per Maurito dev'essere congrua e soprattutto soddisfare il palato nerazzurro che vorrà il massimo dalla trattativa. Icardi è valutato attorno ai 70 milioni ma c'è da credere che i nerazzurri proveranno a fare muro per rientrare dalla spesa di Lukaku e da quella in arrivo per Dzeko. I due nuovi attaccanti hanno creato un giro in uscita di circa 100 milioni di euro, Suning ha l'obbligo di rientrare e Icardi dovrà portare in cassa gran parte di quei soldi.