La Juventus vuole Matthijs de Ligt, difensore dell’Ajax classe 1999. Prenderlo non è semplice, non solo perché il club olandese lo valuta tanto. La concorrenza è forte, come per de Jong (che giocherà con il Barcellona nella prossima stagione), vanno battuti PSG e Manchester City. La Juve ha giocato d’anticipo e con un blitz di Paratici ha proposto un contratto molto interessante a Mino Raiola, agente del calciatore.

La proposta della Juventus a de Ligt

Già da tempo il calciatore è nel mirino della Juventus. Paratici, lo scorso giugno, invitò il difensore olandese a la Continassa dopo l’amichevole disputata a Torino tra Italia e Olanda. Ora però de Ligt è ancora più forte e sta arrivando il momento di presentare una grande offerta. L’uomo mercato dei bianconeri è andato dal vivo a visionarlo nel match di Champions tra Ajax e Real Madrid. Paratici ha parlato anche con il suo procuratore, Mino Raiola, e gli avrebbe detto che la Juventus non vuole partecipare a nessuna asta per il giocatore e soprattutto gli ha detto che i bianconeri sono disposti a dargli un ingaggio da 6 o 7 milioni netti a stagione. Raiola ha un ottimo rapporto con la Juventus, ma non decidono solo lui e de Ligt, perché l’Ajax vuole monetizzare e avrebbe sicuramente una certa convenienza a far scattare un’asta, a cui non parteciperebbe solo il Barcellona.

La carriera di Matthijs de Ligt

Nato il 12 agosto del 1999 de Ligt è un difensore centrale alto (188 cm) e possente (89 kg) che negli ultimi anni ha bruciato le tappe. Il centrale dei ‘Lancieri’ oltre a essere forte fisicamente, ha tecnica, sa lanciare con entrambi i piedi ed è molto bravo di testa, pensando alla Juventus che lo vorrebbe prendere si può dire che de Ligt è più simile a Bonucci che a Chiellini. Nella stagione 2016-2017, quand’era ancora minorenne, ha fatto un salto da gigante passando dalla squadra giovanile a quella dei grandi, disputò parecchie partite in Europa League. Insuperabile in difesa, ma forte anche in attacco, con l’Ajax è già in doppia cifra, de Ligt è un punto fisso della nazionale olandese, vestì per la prima volta la maglia dell’Olanda quando aveva diciassette anni e mezzo.