La Juventus oramai è in via di definizione dell'acquisto dell'anno: Matthijs De Ligt, il talento diciannovenne, capitano dell'Ajax e titolare nella nazionale Orange che i bianconeri stanno perfezionando alla cifra di 70 milioni di euro. Più 12 milioni a stagione per il calciatore. Più altri 11 milioni di euro come ‘bonus' per commissioni a Mino Raiola. E' questa l'ultima incredibile indiscrezione che arriva direttamente dagli studi di Sky, per il calciomercato della Juventus.

Dunque, tra de Ligt e la Juventus – via Ajax – tutto sarebbe ampiamente condiviso e concordato, l'ultimo tassello che stava frenando la trattativa erano le richieste del procuratore del ragazzo, Mino Raiola che storicamente ha sempre fatto ottimi affari con il club bianconero e che, riuscendo nel porsi quale intermediario tra le parti, si sarebbe assicurato un emolumento non indifferente.

La commissione di Raiola: 11 milioni di euro

La società bianconera ha acconsentito ai vari ‘obblighi' inseriti in contratto da parte del procuratore – che in Olanda è praticamente padrone assoluto dei migliori talenti. Così, Riola ha lavorato perchè de Ligt non preferisse scelte alternative come Barcellona o Paris Saint Germain ma puntasse diritto verso la Juventus di Cristiano Ronaldo. Un ‘aiuto' che la stessa Juve corrisponderà lautamente con una commissione che sembra potersi aggirare attorno ai 10-11 milioni di euro.

La clausola da 150 milioni: perché conviene alla Juventus

Oltre a ciò, Raiola ha lavorato a favore della Juventus obbligando il club a inserire una clausola rescissoria per il giovane talento olandese, elemento che ad esempio non è consentito all'interno della Ligue1, escludendo di fatto il Psg. La clausola ammonta a 150 milioni di euro e con il Barcellona già accantonato, dunque, con questa mossa Raiola si è garantito eventuali altre commissioni in caso di ulteriore cessione e la Juventus un rientro parziale (con plusvalenza) rispetto ai 70 milioni investiti adesso.